piazza bresca

Due giorni di “Festa della Città”, giovedì 30 e venerdì 31 agosto. È questo il quadro emerso al termine di una riunione tecnica operativa tenutasi stamattina in Comune alla presenza dell’Assessore al Turismo Marco Sarlo, l’Assessore allo Sport Eugenio Nocita, il consigliere delegato alle associazioni sportive Giuseppe Faraldi e gli uffici del turismo, della viabilità e Polizia Municipale.

Il programma si articolerà su due giornate. Giovedì 30 agosto le vie del centro saranno animate dagli artisti di strada, con sette spettacoli, di cui cinque in postazioni fisse e due invece itineranti. Giocolieri, street band, rappresentazioni teatrali, maghi, clown, trampolieri porteranno per le vie e le piazze del centro la passione e l’entusiasmo degli artisti di strada. Spettacoli molto coinvolgenti rivolti sia agli adulti che ai più piccini, in una formula che l’Amministrazione comunale ha voluto riproporre dopo il grande successo ottenuto questo inverno con lo spettacolo dei Maghi e più recentemente con il “Carillon” vivente.

Venerdì 31 agosto saranno invece la musica e lo sport al centro della festa. Nell’anno del prestigioso riconoscimento di Sanremo Città europea dello Sport 2018, la Festa della Città vedrà protagoniste le associazioni sportive sanremesi: piazze e vie del centro si trasformeranno fin dal pomeriggio in campi di gioco e spazi di esibizione per le tante discipline sportive sanremesi. Il programma si arricchirà con musica e spettacoli in più zone della città a partire dalle ore serali.

“Abbiamo voluto allargare la Festa della Città a due giornate e stiamo definendo un programma che si rivolgerà ad un ampio target. I più piccini e le famiglie, ma anche tanti residenti e turisti, hanno già dimostrato in più occasioni di apprezzare molto gli artisti di strada, e a loro dedicheremo l’intera serata di giovedì 30. Il giorno dopo – spiega l’Assessore Sarlo – coinvolgeremo le associazioni sportive e più gruppi musicali in un grande spettacolo all’aria aperta che coprirà tutta la zona del centro città. Abbiamo infatti preferito uno spettacolo diffuso ad un unico concerto, che avrebbe coinvolto solo una parte di città. In questo modo auspichiamo anche il coinvolgimento delle associazioni di categoria e dei privati, che attraverso loro iniziative vadano ad ampliare l’offerta e ad incrementare lo spettacolo che offrirà Sanremo”.

Nei prossimi giorni saranno definiti i dettagli del programma, con orari e zone interessate.

 

Articolo precedenteDa Inghilterra e Australia, giornalisti alla scoperta del Ponente
Articolo successivoCaldo, effetto fohn: ulteriore aumento delle temperature