Sanremo, entro il Festival fine lavori via Matteotti e parco Alfano, da gennaio riapre la Pascoli

Nei giorni scorsi la Giunta dell’amministrazione Biancheri ha approvato il Piano Triennale dei Lavori per Sanremo. Ne abbiamo parlato con l’assessore Massimo Donzella che ha le deleghe ai Lavori Pubblici, Edilizia Privata e Urbanistica.

“Bisogna subito specificare che il Piano prevede sia interventi pubblici che privati – dice Donzella – dato che l’attuale situazione economica ci invita a tenere in considerazione i progetti dei privati che abbiano una finalità anche pubblica e che siano in linea con le strategie della nostra amministrazione”.

“Ci sono opere che devono iniziare ed altre nella fase terminale come Via Matteotti che entro l’inizio del prossimo Festival chiuderà il cantiere presentando nella sua veste definitiva il ‘salotto’ della città, compresa via Mameli e piazza Borea D’Olmo sulle quali stiamo ragionando riguardo l’arredo urbano E tra le opere in via di chiusura lavori c’è anche il Franco Alfano, un meraviglioso giardino-auditorium che tornerà disponibile dopo tanti anni che speriamo di inaugurare sempre prima del Festival 2021”.

 â€œTanto impegno e tante risorse però sono state concentrate sulle scuole – specifica Donzella – e da gennaio tornerà disponibile la Pascoli che vede quasi completate le opere di consolidamento e gli interventi interni all’edificio. L’altro plesso scolastico è quello che abbiamo ricavato nel Mercato dei Fiori in Valle Armea, una struttura appena inaugurata che sta ricevendo molti apprezzamenti da insegnanti e studenti che la definiscono moderna, spaziosa, fuori dal caos del centro, ben servita come viabilità e con la possibilità di praticare sport in house. L’investimento pubblico è stato di oltre due milioni di euro ma ne è valsa la pena”.

“I moduli che ospitano alcune classi sulla passeggiata Trento e Trieste resteranno sino a gennaio, il tempo necessario per far tornare nella sede originale della Pascoli gli studenti che hanno goduto di una location spettacolare con vista porto e mare, e la passeggiata tornerà interamente disponibile ai cittadini”.

“Il progetto del parcheggio sotterraneo in piazza Eroi Sanremesi diventa la riqualificazione di un’area importante centrale e commerciale – spiega l’Assessore – e che in futuro prevede anche un intervento sulla galleria di via Francia ma soprattutto su via Pietro Agosti. Quella è una via di ingresso centrale per chi esce dall’Aurelia Bis, il progetto prevede anche la creazione di una pista ciclabile bordata da alberi che collega il Borgo, un vialone di benvenuto a chi arriva ed entra nel nostro centro cittadino”.

“Sul litorale abbiamo la pista ciclabile sulla quale abbiamo appena stanziato 200mila euro per il potenziamento dell’illuminazione, oltre altri 192mila euro grazie ad un finanziamento finalizzato ad opere migliorative della pista. E poi Portosole e il cosiddetto ‘ecomostro’ riguardo al quale si era già espresso il sindaco Biancheri. Abbiamo tutti molto apprezzato l’impegno dell’attuale proprietà a demolire la struttura che certo non fa onore al porto e al panorama e chiederemo un impegno formale per la sua demolizione”.

“Il water-front cambierà aspetto nella zona del porto vecchio – prosegue Donzella – con modifiche anche alla viabilità per creare un’ampia zona pedonale proprio sul mare con un collegamento diretto con la ciclabile. Pensiamo di intervenire anche in altre zone della città come ad esempio a Pian di Poma”.

“Nel Piano dei Lavori ci sono altri interventi previsti, come la copertura del Mercato Fiori con investimento da 500mila euro, sulle altre scuole, rifacimento di pavimentazione dove serve eccetera. Quando questo brutto periodo terminerà, Sanremo dovrà essere pronta a ripartire subito senza ulteriori periodi di assestamento”.

Assessore, ce lo compriamo il Mercato dei Fiori con l’aiuto della Cassa Depositi e Prestiti? “Assolutamente sì – conclude l’assessore Donzella – anche se si tratta di un sacrificio da oltre due milioni di euro ci consente di proseguire con il progetto sulle scuole e utilizzando il grande spazio a piano terra, circa 12 o 13mila metri quadrati, noi libereremo il deposito dei pullman della Rt da Piazza Colombo per poter così aprire nuovi scenari progettuali in ottica green nel pieno centro di Sanremo”.

Articolo precedenteDolceacqua, la giunta approva nuovi aiuti: sconto Tari per bar e ristoranti, sostegno alle locazioni e buoni alimentari
Articolo successivoTredicesima 2020 più leggera, Fellegara (Cgil): “Un altro degli effetti negativi della pandemia. Sarà un Natale difficile”