video
03:30

Dopo aver celebrato ieri la Giornata della Memoria con una semplice cerimonia, il Comune di Sanremo oggi ha voluto organizzare un evento per la posa di sei pietre d’inciampo in memoria di altrettante vittime dell’Olocausto.

Appuntamento alle 11 in zona Pian di Nave davanti al monumento ai Caduti, dove si sono tenuti gli interventi commemorativi, tra i quali quelli del sindaco Biancheri, del rappresentante della comunità ebraica genovese e presidente della Sinfonica di Sanremo Filippo Biolè, del Vescovo Monsignor Suetta e di Gustavo Ottolenghi ex partigiano e presidente onorario dell’Anpi cittadina.

Tanta gente, compresa una delegazione di studenti cittadini, si è radunata per la cerimonia organizzata nel dettaglio da Silvana Ormea assessore alla Cultura, e tra di loro anche il Prefetto della nostra provincia Armando Nanei per la prima volta a Sanremo.

Dopo i discorsi la folla si è spostata di poche decine di metri per la posa delle prime quattro pietre d’inciampo davanti ai giardini Vittorio Veneto con il delicato accompagnamento musicale di un professore della Sinfonica, dopodiché la delegazione si è spostata in corso Garibaldi per la posa delle altre due pietre per ricordare sei persone travolte dalla follia nazista: Ines Pacifici, Vittorio Ottolenghi, Ludovico Orvieto, Anna Luciana Norzi, Edvige Norzi e Guido Norzi.

Nel video servizio di Riviera Time le interviste ad Alberto Biancheri, Silvana Ormea, al Prefetto Armando Nanei e a Renata Segre, testimone dell’Olocausto.