E’ frutto della collaborazione tra il Comitato Scientifico LPV del Club Alpino Italiano e l’Università di Genova la realizzazione, nella mattinata di venerdì 18 ottobre p.v. in Sanremo, presso la sede comunale – Sala degli Specchi, del seminario Esperienze in tema di mitigazione del rischio idraulico ed idrogeologico attraverso approcci sostenibili. Una riflessione applicata al bacino del T. S. Romolo”. Prendendo spunto dall’obiettivo generale del progetto TRIG–Eau (Programma Interreg Marittimo), ovvero l’aumento delle capacità di resilienza dei territori per la riduzione del rischio idrogeologico secondo un approccio sostenibile, è stata organizzata una due giorni di approfondimento scientifico e culturale in un contesto territoriale, quello delle alture attorno alla città di Sanremo, decisamente ricco di stimoli su entrambe le direzioni.

Il seminario è aperto a tutti (in particolare anche a tecnici locali di vari ordini professionali coinvolti nella gestione del territorio). Relatori  saranno docenti dell’Università di Genova (Idraulica e Geologia) e funzionari di enti locali impegnati nella gestione di un territorio piuttosto problematico (ed emblematico) dal punto di vista delle relazioni tra natura, geologia, gestione delle acque, antropizzazione.

Nel pomeriggio di venerdì 18, con ritrovo alle ore 17.00 presso la sede CAI di P.zza Cassini 13, per gli iscritti Cai ed eventuali altri appassionati ci sarà una miniconferenza di approfondimento sui principali caratteri della copertura vegetale della zona (relatore prof. Marco Alberti dell’ Istituto Agrario “Aicardi” di Sanremo)  e sugli insediamenti dei castellari liguri attorno a Sanremo (relatore Arch. Sandro Lorenzelli della sezione sanremese dell’Istituto di Studi Liguri).

La giornata di Sabato 19 è dedicata alla esplorazione didattica delle alture che circondano Sanremo. Punto di partenza è la frazione San Romolo, quindi si risalirà il boscoso  crinale ad ovest, giungendo a toccare le panoramiche cime di Monte Caggio (1.89,6 m) e Monte Carparo (905,7 m) accompagnati dagli esperti che illustreranno dal vivo i temi proposti il giorno precedente. Anche la rapida discesa alla frazione di Coldirodi (quota 254 m) e il ritorno al litorale di Sanremo offre uno scenario stimolante.

La partecipazione all’escursione è principalmente rivolta ad iscritti CAI interessati e necessita di preventiva iscrizione (info: cell. 347 0886774; mail [email protected] )