Venerdì 29 marzo alle 16 presso l’Opera Don Orione in via Galilei 713 si terrà la Via Crucis celebrata da Don Gianni Castignoli, Don Graziano, all’organo Vitaliano Gallo, al trombone Carlo Risso, con il coro dei volontari. Coordinamento a cura di Fabrizio Rinaldi.

Il Maestro Vitaliano Gallo rivolge un pensiero affettuoso a Don Giorgio, in questi giorni ricoverato all’ospedale di Sanremo.

“La pratica della Via crucis è una delle forme di pietà più radicate e praticate nel popolo di Dio. Questa pia pratica nasce per ricordare il cammino doloroso che Gesù fece dal pretorio fino al luogo della crocifissione. In questo “pellegrinaggio” Cristo soffre e offre la sua vita per riscattare e salvare il mondo.

La spiritualità popolare, successivamente, aiutata dalla riflessione dei pastori, dai pellegrinaggi in Terra santa, dalle arti figurative ed espressive, dall’Europa medioevale, sbarca in Terra santa e dalla terra di Gesù torna arricchita in Europa fino alla forma attuale. Saranno i padri francescani a diffondere la pratica della Via crucis a 14 stazioni. In Italia celebre è la via Crucis voluta da San Leonardo da Porto Maurizio al Colosseo alla vigilia del giubileo del 1750″, a cura di Mario Colavita “La Pratica della Via Crucis. Teologia, storia e tradizioni”

Articolo precedenteRivieracqua, il CIMAP scrive a Natta: “Sull’acqua pubblica indietro non si torna. Invitiamo gli attivisti a mobilitarsi”
Articolo successivoRiva Ligure, check up gratuito per la cittadinanza: l’iniziativa di prevenzione e promozione alla salute in collaborazione con ASL1