polizia

La Polizia Stradale di Imperia ha denunciato per il reato di guida in stato di ebrezza un conducente che risultava avere un tasso alcolemico superiore a 5 volte i limiti previsti dalla legge.

Nella serata del 20 luglio, una pattuglia del Distaccamento Polizia Stradale di Ventimiglia, impegnata nell’attività di vigilanza lungo la SS 1 “Aurelia”, nell’ambito di una rafforzata presenza di pattuglie sul territorio, in vista dell’aumento di vacanzieri sul litorale imperiese, ha sottoposto a controllo un conducente che transitava, con il proprio autoveicolo, in territorio sanremese, intento a fare uso durante la guida del telefono cellulare.

Una volta fermato, lo stesso mostrava segnali inequivocabili di ebbrezza e, per tale motivo, veniva sottoposto ad etilometro, che dava esito positivo.

A seguito degli accertamenti emergeva che l’uomo avesse un tasso alcolemico pari a 2.58 g/l, cinque volte superiore ai limiti di legge consentiti, e che il veicolo fosse sprovvisto della copertura assicurativa RCA.

Tali condotte imprudenti hanno comportato per il conducente una denuncia per il reato di guida in stato di ebbrezza, il ritiro della patente, il sequestro del veicolo e un totale di punti decurtati pari a 17.

L’intervento della Polizia Stradale, posto in essere nell’ambito della quotidiana azione di volta alla prevenzione degli incidenti,  ha consentito di arginare le conseguenze di una condotta di guida pericolosa e sottolinea l’importanza dell’azione di sensibilizzazione degli utenti  per l’affermazione di una cultura della ‘guida sicura’, ancor più importante nell’attuale momento storico caratterizzato da una ripresa delle normali attività sociali, da un’intensificazione degli spostamenti e dal ritorno dei fenomeni di “movida” tipici del periodo estivo.

Articolo precedenteCovid, aumentano i contagi in Liguria: 110 nuovi positivi, un decesso
Articolo successivoCovid, Toti: “Il 40% dei liguri ha completato il ciclo vaccinale. Con le open night contiamo di arrivare a 90mila vaccinazioni in una settimana”