È stato presentato questa mattina al Casinò di Sanremo il calendario della stagione invernale dell’Orchestra Sinfonica. 

    Presenti i vertici della Fondazione, il Presidente Maurizio Caridi, il direttore artistico Giancarlo De Lorenzo e il direttore generale Paolo Maluberti. A rappresentare il Comune il sindaco Alberto Biancheri e Marco Sarlo, assessore alle Manifestazioni.

    Il 2018 è iniziato con l’impegno legato al Festival di Sanremo ed è proseguito poi con le consuete stagioni invernale e primaverile, con concerti sia in Sanremo che fuori sede. A luglio e agosto si è ripetuto il grande successo nella suggestiva ed elegante cornice del Parco di Villa Ormond. Settembre ha poi visto i professori esibirsi in varie chiese della Provincia con la consueta Rassegna di Musica Sacra – VII edizione, con 6 concerti in tutto.

    Ora parte la stagione invernale che andrà avanti fino ai primi giorni di gennaio 2019, per poi affrontare nuovamente la pausa dedicata al Festival.

    “Avremo grandi nomi francesi, tedeschi e italiani. Il viaggio europeo continuerà fino a fine anno e l’anno prossimo ne vedremo delle belle”, afferma Giancarlo De Lorenzo, direttore artistico.

    “Continua il nostro progetto di portare avanti la qualità, in linea con il nostro piano operativo. Portiamo avanti la stagione con dei piccoli ma grandi investimenti. Stiamo lavorando anche sul progetto formativo dell’Orchestra che sta lavorando ad una grande stagione”, spiega il Presidente della Fondazione Maurizio Caridi.

    Ad inaugurare la stagione sarà un grande classico: la Sinfonia n.9 di Beethoven. Sul palco 4 solisti, 47 musicisti e 2 cori polifonici, per quella che è stata definita una delle opere più note ed eseguite di tutto il repertorio classico. Lo spettacolo verrà eseguito anche a Nizza.

    Gli altri appuntamenti da sottolineare, per importanza nel calendario, saranno quelli del 18 ottobre (Virtuosismo e rigore in Italia), del 7 novembre (Romantico tedesco), del 29 novembre (Beethoven: la maturità) e del 21 dicembr (Ouverture di Rossini, concerto benefico organizzato dai Lion’s Club e dalle Associazioni Service).

    “Dobbiamo investire sulla ricerca di uno sponsor anche per riuscire a dare una sede definitiva all’Orchestra, ci stiamo lavorando perché sarebbe il passaggio conclusivo. Avere un’Orchestra Sinfonica nella propria città non è da tutti, dobbiamo valorizzarla perché è patrimonio di Sanremo”, afferma Alberto Biancheri, primo cittadino della Città dei Fiori.