Mezzi sporchi, troppe corse saltate, autobus che non si fermano alla fermata perché troppo pieni, ritardi e disservizi vari. È questa la realtà dei bus sanremesi soprattutto nelle ore di punta quando gli studenti vanno e tornano da scuola.

Le problematiche, ben note, sono spesso uscite fuori durante i consigli comunali dei ragazzi e oggi il Comune ha deciso di chiedere conto alla Rt. In primo luogo per migliorare il servizio utilizzato dai giovani e da tanti cittadini, ma anche perché il trasporto pubblico ha un costo per le casse del Comune: 900 mila euro all’anno a cui si vanno a sommare i 600 mila euro destinati agli scuolabus.

Oggi il Presidente del Consiglio comunale Alessandro Il Grande ha incontrato il presidente della Rt, Riccardo Giordano, per discutere della questione.

Presente anche la dirigente degli uffici, la dottoressa Barillà che ha chiesto una serie di documenti alla società in modo da poter verificare le corse saltate e fare i controlli necessari a comprendere lo stato del servizio.

“Ogni 10 domande che ci vengono poste dagli studenti durante i consigli comunali dei ragazzi, 8 riguardano il trasporto pubblico. Per questo motivo ho promesso ai ragazzi di affrontare la problematica. Durante la riunione di oggi il presidente Giordano ha dimostrato comprensione e la massima disponibilità a venire incontro alle esigenze del Comune e dei nostri ragazzi,” commenta il presidente del Consiglio Il Grande terminato l’incontro.