È passato quasi un anno dall’assegnazione dei lavori per la messa in sicurezza del palazzo delle Rivolte San Sebastiano nella Pigna, il centro storico di Sanremo.

La chiusura della strada che si apre su piazza dei dolori era stato reso necessario a gennaio 2016 per motivi di sicurezza e il provvedimento arrivava dopo anni di discussioni e la segnalazione del comitato “La Pigna-La storia siamo noi”.

Il cantiere prevedeva 8 mesi di lavori con la riapertura prima dell’estate 2017, ma i lavori non sono ancora iniziati e ora la speranza è quella di finire entro la fine del 2018.

Il cantiere non inizierà, infatti, fintanto che il Comune non avrà restituito alla provincia il progetto con le modifiche richieste dall’analisi approfondita svolta da un’azienda esterna.

A farlo sapere è l’assessore con delega ai lavori pubblici Leandro Faraldi che ha espresso perplessità per un’esagerazione dei controlli incrociati. Il Comune, dopo aver ricevuto dallo studio Tosti di Perugia il progetto, l’avrebbe fatto visionare ad una seconda società ancor prima di inviarlo alla Provincia.

Questa invece di gestire e richiedere integrazioni attraverso lo sportello provinciale ha preferito affidarsi ad una società esterna.

Il dubbio è che nessuno voglia prendersi la responsabilità di dare il via libera per l’apertura di un cantiere in pieno centro storico e che interessa un palazzo antico.