Un sanremese di 46 anni, pluripregiudicato, è stato arrestato dagli investigatori della Squadra Mobile prima che commettesse, probabilmente con l’aiuto di alcuni complici, una rapina nella cittadina matuziana. È accaduto sabato scorso a Sanremo, dopo che una pattuglia del Reparto Prevenzione Crimine della Liguria aveva rinvenuto un motociclo con apposta una targa rubata. Gli agenti hanno notato sulla sella dello scooter un borsello a tracolla, all’interno della quale era presente anche un passamontagna.

A quel punto gli uomini della polizia hanno iniziato a perquisire il veicolo e, aprendo lo sportellino portaoggetti del cruscotto, hanno rinvenuto una pistola, con caricatore inserito e rifornito, successivamente rivelatasi “a gas”.

A quel punto gli agenti hanno “passato il testimone” alla Squadra Mobile, che ha proseguito la perquisizione. Nel vano sottosella sono stati rinvenuti, oltre a un bastone in legno, uno spray urticante al peperoncino e guanti in lattice, anche altre due pistole, a salve, semiautomatiche con caricatori riforniti e colpo in canna, elementi che – secondo la polizia – farebbe intuire che fossero pronte ad essere utilizzate nell’immediatezza.

Lo scooter è risultato essere stato rubato a Sanremo nell’agosto dell’anno scorso, mentre la targa era stata denunciata come rubata, sempre a Sanremo, nell’agosto di quest’anno e sottratta da un altro scooter. Le indagini hanno permesso di individuare il conducente del veicolo, un pregiudicato sottoposto ad obbligo di soggiorno a Sanremo, che è stato rintracciato dagli agenti sul lungomare di Bussana.

È assai probabile, secondo gli investigatori, che l’intervento della polizia abbia consentito di sventare una rapina che sarebbe stata consumata di lì a poco. Per il 46ennne il Gip ha disposto la custodia cautelare in Carcere.

Articolo precedenteA Porto Maurizio sbarca “La Festa delle Regioni”
Articolo successivoVentimiglia, disponibili contributi comunali per l’acquisto di bici elettriche