Sanremo, approvato l’odg di Fratelli d’Italia per il rispristino dei treni Thello nel ponente ligure

luca lombardi - federica cozza

I consiglieri comunali di Fratelli d’Italia a Sanremo, Luca Lombardi e Federica Cozza hanno presentato oggi in consiglio comunale un ordine del giorno, approvato all’unanimità, riguardante il ripristino dei treni Thello nel ponente ligure. Di seguito il testo.

“PREMESSO che la società Thello s.a.s. è una compagnia ferroviaria privata per il trasporto viaggiatori a lunga percorrenza tra la Francia e l’Italia, controllata dal gruppo Ferrovie dello Stato italiane, con una programmazione sulla linea ferroviaria internazionale Milano – Genova – Ventimiglia – Nizza – Marsiglia strutturata, fino al 2019, con 3 coppie di Thello con periodicità giornaliera;

RICORDATO  che a seguito dell’emergenza epidemiologica da COVID -19 la circolazione dei treni Thello tra l’Italia e la Francia sulla linea ferroviaria internazionale ha subito forti limitazioni nei servizi offerti ai viaggiatori: giĂ  a fine maggio 2020, al termine del primo lockdown, è stata  soppressa la prima coppia, il Thello 143/144 con partenza  alle 11.10 da Milano centrale e arrivo a Nizza alle 16.00 e il Thello 145/146 con partenza da Marsiglia alle 11.24 e arrivo a Milano centrale alle 18.50, restando in servizio con periodicitĂ  giornaliera solo 2 coppie;

RICORDATO, ancora, che dal 1 febbraio è stata soppressa anche la seconda coppia, il Thello 141/142 con partenza da Milano centrale alle 7.10 e arrivo a Nizza alle 11.58 e il Thello 147/148 con partenza da Nizza alle ore 18.06 e arrivo a Milano centrale alle 22.53;

EVIDENZIATO che la nuova programmazione del servizio, decisa unilateralmente dalla Società Thello e comunicata con nota del 18 gennaio 2021, non risulta né giustificata né quantomeno adeguata, con la conseguenza di scoprire fasce e creare buchi di orario per i servizi di collegamento tra il capoluogo lombardo, Genova e la Riviera di ponente eliminando oltretutto il primo collegamento da Milano a Ventimiglia e l’ultimo dalla città dalla riviera di ponente con il capoluogo lombardo, riducendo così drasticamente i collegamenti diretti;

SOTTOLINEATO, inoltre, che la sola coppia rimasta ad oggi in servizio, il Thello 139/140 e il Thello 159/160, presenta elevati valori di frequentazione da parte dell’utenza ligure pendolare e lavorativa abbonata al servizio regionale ed in possesso della Carta Tutto Treno Liguria, per la quale l’Amministrazione regionale contribuisce economicamente ai sensi del vigente Contratto di servizio stipulato tra Regione Liguria e Trenitalia SpA per il trasporto pubblico ferroviario di interesse regionale e locale per il periodo 2018 – 2032;

VISTO che risulta che a partire dal 13 giugno p.v., in concomitanza con il cambio orario estivo, venga definitivamente soppressa anche l’ultima coppia di treni; tutto ciò nonostante da novembre 2020 ad oggi la Regione Liguria, nelle persone del Presidente Toti e degli Assessori ai Trasporti Berrino e alle Infrastrutture Giampedrone, congiuntamente con la Regione Lombardia, abbia inviato ai Ministri delle Infrastrutture e Trasporti (attuale e precedente) e ai vertici di FS e Trenitalia nove note scritte in cui si esponeva la problematica relativa alle paventate soppressioni dei servizi offerti dalla società ferroviaria Thello sulla linea internazionale Milano – Genova – Ventimiglia;

RICORDATO che il Programma d’Esercizio del vigente Contratto di servizio, stipulato tra la Regione Liguria e Trenitalia S.p.A. per il trasporto ferroviario regionale, è stato costruito e pone le sue basi proprio sui collegamenti Long Haul ante Covid 19 (InterCity, Thellò e Freccia), assicurando così sulla linea Milano – Genova – Ventimiglia un cadenzamento orario veloce tra le località principali, che ora con la soppressione delle tre coppie di Thello, passando da 7 a 4, non viene più garantito;

CONSIDERATO, infine, che la grave situazione della mobilità in Liguria, già difficoltosa per le problematiche relative ai cantieri sulla rete autostradale regionale e, per quanto riguarda il Ponente ligure, anche per la chiusura della ferrovia Cuneo – Ventimiglia e della Strada Statale 20 colle di Tenda, è resa ancora più critica dalle restrizioni imposte per il contenimento della emergenza da COVID 19, che dispongono l’utilizzo dei posti sui mezzi di traporto pubblico al 50% di quelli disponibili, generando la necessità di avere non solo la piena disponibilità dell’offerta del 2019, già largamente insufficiente, ma anche un’ulteriore implementazione;

IMPEGNA

Il Sindaco e la Giunta

ad attivarsi presso le competenti sedi a  livello governativo affinchĂ© venga rinegoziato  con Trenitalia il contratto di servizio Long Haul al fine di  garantire l’immediato ripristino delle tre coppie di servizi di lunga percorrenza soppressi, nonchĂ© l’implementazione del servizio ferroviario InterCity tra Milano/Torino e la riviera di ponente, soprattutto in previsione della prossima ed auspicata ripresa della mobilitĂ , del turismo e dell’economia in concomitanza con l’avvio della stagione estiva, al fine di gestire la domanda e coordinare l’offerta e la sostenibilitĂ  della domanda di mobilitĂ  tra le diverse modalitĂ  di trasporto (pubblico e privato, stradale e ferroviario)”.

Articolo precedenteSanremo, domani il congedo del comandante dei Carabinieri Mario Boccucci: i ringraziamenti della Confcommercio per il lavoro svolto
Articolo successivoSanremo, approvato il bilancio preventivo. Il sindaco Biancheri: “Risultato importante, frutto di un grande lavoro. Ora la ripartenza”