Amaie porta a porta

Gli orari del conferimento dei rifiuti e del conseguente ritiro da parte degli addetti consentono all’Azienda di garantire la pulizia e il decoro delle vie cittadine e allo stesso tempo di seguire un percorso virtuoso teso a raggiungere gli obbiettivi di raccolta differenziata indicati per legge.

Il mancato rispetto delle regole da parte di una ristretta minoranza di utenti crea però alcune situazioni di disagio e altera la percezione, da parte dei cittadini, del lavoro svolto ogni giorno dagli addetti alla raccolta dei rifuti e allo spazzamento delle vie cittadine.

Gli abbandoni selvaggi di rifiuti nelle vie cittadine al di fuori dei luoghi e degli orari previsti dal regolamento comunale di raccolta differenziata, frutto di maleducazione e inciviltà e solo raramente di distrazione, comportano un danno di immagine e costi economici e ambientali che ricadono sull’intera collettività.

Questi comportamenti, per quanto limitati in confronto alla stragrande maggioranza dei cittadini virtuosi, compromettono il lavoro degli operatori e rischiano di vanificare l’impegno di chi rispetta le regole.

Amaie Energia combatte il fenomeno degli abbandoni attraverso i controlli messi in atto dagli ispettori ambientali e dalla Polizia Municipale e, nelle zone più esposte al fenomeno, anche attraverso il monitoraggio con fototrappole che immortalano i comportamenti scorretti, provvedendo attraverso la Polizia Municipale a elevare sanzioni per i trasgressori.

Questa opera di controllo può avvenire solo dopo che l’abbandono è stato effettuato e non si possono quindi evitare, per quanto tempestivo sia l’intervento degli addetti alla pulizia, le situazioni come quelle evidenziate in alcuni casi dai cittadini che trovano la propria strada imbrattata da rifiuti abbandonati.

A questo proposito, per la segnalazione di abbandoni Amaie Energia mette a disposizione il numero verde 800310042 e un numero di cellulare 3371413084 operativi dal lunedì al sabato dalle 8.00 alle 13.30. Sul numero cellulare è possibile anche inviare via WhatsApp eventuali foto della situazione oggetto della segnalazione.

Per dare la giusta dimensione al fenomeno degli abbandoni e al risultato dei controlli ecco alcuni dati: nel 2019 le sanzioni elevate a carico di singoli cittadini o di attività commerciali per l’errato conferimento dei rifiuti sono state 2.312, nel 2020 sono state 1.735. L’importo medio delle sanzioni è di cento euro.

I controlli effettuati dagli ispettori ambientali evidenziano come il 70% circa dei comportamenti scorretti riguardi la mancata differenziazione, cioè cittadini che conferiscono qualunque tipo di rifiuto nel sacco dell’indifferenziata non praticando quindi la suddivisione dei rifiuti.

Il 30% riguarda invece il conferimento fuori orario o nel giorno sbagliato, l’abbandono fuori dai contenitori o l’errata suddivisione dei rifiuti.

Grazie all’impegno dei cittadini virtuosi, che rappresentano la stragrande maggioranza dell’utenza, e all’impegno degli operatori di Amaie Energia la raccolta differenziata si attesta al di sopra della media consolidata del 62%, facendo anche registrare un aumento della qualità della differenziata stessa destinata al trasferimento nei centri di trattamento e recupero.

Articolo precedenteVaccinazioni anti-Covid, Toti: “Stop AstraZeneca per gli under 60. In Liguria seconda dose con Pfizer o Moderna”
Articolo successivoLucia Artusi: “Sanremo è balneabile e tra pochi giorni entra in servizio il ‘seabin’”