Gli ospiti della Fondazione G. Borea e Z. Massa, la settimana scorsa, si sono sfidati nelle Olimpiadi. Hanno partecipato a diverse prove di abilità, distribuite durante la settimana: tombola, giochi cognitivi alla lavagna, giochi ludico-motori, carte. Oltre alle attività ludico-motorie, all’interno delle Olimpiadi sono state inserite anche attività cognitive proprio perché equivalgono ad una vera e propria ginnastica che mantiene la mente agile ed attiva.

Le Olimpiadi sono iniziate ufficialmente domenica 14 marzo con la tombola, per proseguire poi lunedì con le attività cognitive alla lavagna, mercoledì con le attività ludico-motorie e concluse, giovedì con l’amatissimo gioco con le carte. Nella giornata di martedì gli ospiti si sono riposati, dedicandosi ad altre attività e alla preparazione dei premi.

Le attività ludico-ricreative fanno parte della quotidianità di tutti gli ospiti e sono finalizzate a fare in modo che possano trascorrere con maggiore serenità le loro giornate, soprattutto da quando la pandemia ha imposto la chiusura delle strutture sanitarie.

Trasformare le attività di tutti i giorni in un piccolo evento, motiva gli ospiti alla partecipazione e al raggiungimento degli obiettivi sottostanti allo svolgimento delle stesse, preservando le loro abilità residue e mettendoli alla prova nella coordinazione nei movimenti e nelle facoltà mnemoniche.

A conclusione dell’evento, nella giornata di venerdì, è stato organizzato un pomeriggio di premiazioni accompagnato da una ricca merenda e musica. Il medagliere della Fondazione G. Borea e Z. Massa è molto ricco ed ha totalizzato ben 7 ori, 5 argenti e 5 bronzi. Per premiare i vincitori della “competizione” sono state consegnate delle medaglie realizzate dagli stessi ospiti e, a tutti coloro che hanno partecipato, è stato consegnato un attestato di partecipazione.

Articolo precedenteVaccino: oltre 7760 richieste nella prima mezzora di prenotazioni aperte per la fascia 79-75
Articolo successivoBordighera: l’amministrazione rende noti i positivi al coronavirus alla data del 22 marzo