Luciano De Giovanni

Sabato 5 novembre, alle ore 16, nel salone della Federazione Operaia di Sanremo, in via Corradi 47, si terrĂ  un incontro, aperto al pubblico, sulla figura di Luciano De Giovanni, un pomeriggio culturale rivolto a tutti coloro che sono appassionati di letteratura e di storia del nostro Ponente ligure.

Alla tavola rotonda, coordinata dal filologo Fabio Barricalla, parteciperanno studiosi provenienti da ogni angolo della Liguria: Marina Moretti (tra i promotori dell’incontro), Alessandro Ferraro (curatore del numero de “La Riviera Ligure” interamente dedicato al poeta sanremese), il docente universitario Stefano Verdino (in streaming), Antonio Panizzi, che presenterĂ  il volume fresco di stampa “Amicizie”, una raccolta di scritti saggistici del poeta edita da Philobiblon, e infine l’accademico della Pigna Marco Innocenti. SarĂ  presente anche il figlio dello scrittore, Giorgio De Giovanni. Nel corso dell’incontro sarĂ  possibile assaporare la poetica di questo raffinato autore grazie alla declamazione di alcune poesie per voce dell’attore Umberto Salemi. L’iniziativa è curata dall’Accademia della Pigna in collaborazione con le Edizioni Philobiblon di Ventimiglia e la Federazione Operaia Sanremese.

Luciano De Giovanni nacque a Sanremo nel 1922 – si celebra appunto il centenario – e morì a Montichiari nel 2001. Le sue poesie furono pubblicate dagli autori più prestigiosi, da Anterem a Vanni Scheiwiller. Versi brevi, essenziali, evocativi, che lo hanno portato ad essere amato da molti lettori, fra cui Carlo Betocchi e Italo Calvino. Un “poeta verdadero, cosa rara, piedra rara” (un poeta sincero, una cosa rara come una pietra preziosa), come scrisse di lui Pablo Neruda.