video

Il Casinò di Sanremo ospita per tutto il mese di dicembre e sino al 6 gennaio 2020 l’esposizione dedicata a “I giochi nel legno” di Giovanni Thoux inserita nella rassegna “Le alpi dell’Arte”. La mostra, che media la giocosità del gioco con la tradizione dell’arte del legno, è stata inaugurata oggi venerdì 6 dicembre nel foyer di Porta Teatro.

Giovanni Thoux, tra gli interpreti più significativi dell’artigianato di tradizione locale, ha realizzato suggestive e imponenti serie tematiche quali “Le leggende valdostane scavate nel legno”, “Costumi valdostani scavati nel legno”, dalla “Bibbia all’anno 2000” “Les carnavals valdotains” e Racines, eventi e protagonisti della storia, tutte opere dedicate alla propria terra, quasi una testimonianza perenne delle proprie tradizioni ancestrali.

Ha affrontato con grande professionalità ed originalità il tema del gioco, filone che accompagna la vita dell’uomo dalla tenera età a quella più matura, lavorando i bassorilievi policromi in pino cembro, affascina e rapisce per i dettagli e per le prospettive scolpite nella materia, arricchita dalla sua personalissima tecnica di colorazione del legno.

I luoghi che incorniciano le scene sono però tutti valdostani e legati alla diffusione dei giochi stessi: tsan, rebatta, fiolet, petanque, morra, belote si alternano a giochi del passato, oggi poco più che memorie, quali quelli raffigurati nelle opere “Alla ricerca della Truie perduta”, “I birilli”, “L’antica rouletta è ancora in cammino” e tante altre. Non mancano giochi che arrivano da un viaggio nel tempo ancora più lungo come in “lottatori leggendari”.

Giovanni Thoux è nato a Verrès, dove risiede, nel 1935. Ha partecipato, dal 1972, a tutte le fiere e mostre concorso che si tengono in Valle d’Aosta e ha vinto numerosi premi. Ha iniziato come disegnatore industriale rivolgendosi poi alla scultura. Ha adottato una personalissima tecnica di colorazione del legno e scolpisce personaggi fantastici nelle radici. I suoi temi prediletti riguardano la storia, dedica ricerche storiche e iconografiche da cui scaturiscono i suoi lavori più significativi. É membro dell’Académie Saint-Anselme di Aosta e nel 2009 gli è stato conferito il titolo di Chevalier de l’Autonomie.

La rassegna prosegue anche nel Centro Storico de La Pigna, al Forte di Santa Tecla e al museo civico .

Nel video-servizio di Riviera Time le interviste all’artista Giovanni Thoux e alla curatrice Anna Cavallaro insieme all’assessore Alessandro Sindoni, al consigliere del cda del Casinò Barbara Biale e Chicca Dedali di Pigna Mon Amour.