EVENTO - MOSTRA MARCO NEREO ROTELLI

È stata inaugurata ieri, nella Sala Privata del Casinò di Sanremo, la mostra “Tele Blu” di Marco Nereo Rotelli. L’esposizione si inserisce negli eventi collaterali del Premio Tenco 2019.

Rotelli è un artista di fama internazionale che pone al centro della sua opera la “parola”, trasformandola in narrazione, investendo sulla sua intensità. È così che poi la parola diventa immagine e crea una poesia luminosa.

“Qui la musica si fa poesia e la poesia si fa musica – racconta Rotelli – Io mi sono sempre occupato della parola poetica in arte. Il percorso è quello della parola che diventa un lungo filo luminoso all’interno del quale ognuno può ritrovare un significato”.

In particolare, le tele in mostra al Casinò dimostrano la ricerca dell’artista del colore blu, tonalità molto amata da Fernanda Pivano, tanto da suggerire a Rotelli di continuare a credere e cercare quel colore: “Mi ha accompagnato in tante mostre e lei mi diceva di portare il blu sempre con me perché mi avrebbe difeso”.

Rotelli ci ha poi dato qualche anticipazione sugli eventi che si terranno a partire da oggi al forte di Santa Tecla.

All’interno del Forte sarà allestita da domani la mostra “Ma non c’era che il vento”, ideata e realizzata appositamente per la 43° Rassegna della Canzone d’Autore, a cura di Lorena Viale e Micaela Mancini. Questo progetto si sviluppa intorno all’idea di libertà. Significative sono le 7 porte d’oro con versi poetici installate in contrapposizione alle porte della segregazione carceraria. Inoltre, saranno esposte 43 tele per ricordare Gianni Siviero e grandi opere su rotoli di cellophane dedicate a Luigi Tenco.

Suggestivo invece l’appuntamento previsto per questa sera alle ore 21, quando Rotelli, con la sua lavagna tecnologica, omaggerà Fernanda Pivano a 10 anni dalla sua scomparsa, con una performance di luce e proiezioni sulle pareti esterne del Forte di Santa Tecla. Le parole di Ferdanda, come un grande abbraccio sulla città, illumineranno per tre giorni e tre notti il Forte.