primo piano Toti Biancheri RT

Importante riunione oggi a Palazzo Bellevue tra l’amministrazione sanremese, il governatore Giovanni Toti e l’assessore regionale all’Urbanistica, Marco Scajola.

Al centro del tavolo tecnico un importante progetto strategico che aspira a rivoluzionare completamente la Città dei Fiori. Sono, infatti, diversi i tasselli di un mosaico generale che compone un accordo di programma molto ambizioso.

Il primo passaggio è la realizzazione di una scuola di 7mila metri quadri per 1500 alunni nell’attuale deposito della Riviera Trasporti a San Martino. La Regione Liguria acquisirà l’area per poi concederla al Comune di Sanremo che è già in graduatoria per la costruzione di una nuova scuola. Il deposito verrà spostato in Valle Armea. La scuola sarà media superiore e per finanziarla verranno utilizzati i soldi richiesti al governo per la realizzazione del polo didattico di Pian di Poma: è infatti possibile modificare la destinazione dei fondi in corso d’opera.

Il secondo tassello è la completa rivalutazione di Piazza Colombo dove, secondo i progetti, nascerà il tanto atteso Palafestival: un’opera che la città della musica attende da decenni e che potrebbe rilanciare Sanremo creando un nuovo importante polo attrattivo. L’ammontare totale dell’operazione si aggira intorno ai 7 milioni di euro.

Su quest’ultimo passaggio il presidente della Liguria Giovanni Toti ha dichiarato: “Un’operazione urbanistica importante che prevede la liberazione di piazza Colombo con lo spostamento di alcuni servizi in nuove aree. Qui sarà progettato il Palafestival per adeguarsi all’esigenza della TV durante il Festival di Sanremo, ma non solo, in generale per l’offerta turistica. Si potrebbe usare il logo della kermesse canora e creare il tanto atteso museo del Festival.

Il sindaco Alberto Biancheri aggiunge: “Un’operazione che non va contro nessuno, contro l’Ariston. Ma è un passaggio obbligato presente nel cassetto dell’amministrazione da anni. Dobbiamo pensare ai rapporti con la Rai e al futuro. Saranno i privati a fare delle proposte.”

Le tempistiche per mettere tutto nero su bianco l’intero piano? Entro novembre arriverà la firma dell’accordo di programma; entro la primavera del 2021 si avrà il progetto e l’elaborazione di un piano finanziario. L’affidamento del piano di fattibilità si avrà nei 6 mesi successivi e l’inizio del cantiere per il Palafestival, stando ai piani, è previsto per il 2022.

Per quanto riguarda la scuola le tempistiche saranno più strette e si potrebbe già vedere l’inizio dei lavori a partire dal prossimo anno.

Presenti alla riunione di questa mattina oltre al sindaco Biancheri, al governatore Toti e all’assessore regionale Scajola, anche l’assessore ai Lavori Pubblici di Sanremo Massimo Donzella, l’assessore all’Arredo Urbano Mauro Menozzi, e il neo assessore alle Manifestazioni Giuseppe Faraldi.

Le interviste integrali nel video-servizio di Riviera Time a inizio articolo.