Si è concluso un altro Festival di Sanremo.

La 67esima edizione sarà ricordata a lungo. Innanzitutto per essere stato un Festival senza vallette e con un tandem unico e mai visto tra due grandi presentatori della tv italiana: Carlo Conti e Maria De Filippi.

Come al solito i bookmakers non ci azzeccano. Fiorella Mannoia data per favorita ha conquistato il secondo gradino del podio e come un fulmine a ciel sereno Francesco Gabbani conquista il primo posto con una canzone ironica, scanzonata e dal ritmo coinvolgente.

L’eliminazione di 4 colossi della musica italiana non è sicuramente piaciuta a molti.

Tante le polemiche di Gigi D’Alessio, ma fa parte del gioco. Il rischio, però, è che l’anno prossimo saranno pochi gli storici artisti a voler partecipare: troppo grande il pericolo di una magra figura, cedendo il passo ad artisti giovani, con poca esperienza, che magari arrivano dal mondo dei talent, ma che sono bravi, preparati e che sanno cosa vuole il pubblico.

Cosa ci aspetterà, quindi, per la 68esima edizione? Non lo sappiamo, ma potrebbe essere l’anno della svolta.