enrico Ioculano

“Prendiamo atto della risposta della giunta – arrivata dall’assessore Scajola, visto che il presidente e assessore alla Sanità Toti, come ormai ci ha abituato, era assente – che ha dichiarato di aver dato seguito, dopo la nostra interrogazione, a un miglioramento delle prestazioni parlando di soddisfare ‘addirittura’ il 70% delle chiamate, un risultato che comunque non crediamo si possa ritenere apprezzabile. Quindi vigileremo sul reale miglioramento delle prenotazioni Cup, per capire se effettivamente c’è stata una rimodulazione, che ha reso il servizio più funzionale, perché è impensabile che una persona debba passare la giornata al telefono nella speranza di prendere un appuntamento per una visita. Un disagio che si aggiunge a quello affrontato dall’utente per le attese interminabili per ottenere la visita (sempre che si riesca, non dovendo ripiegare su servizi privati, decisamente gravosi).  Nel caso non ci fosse stato il miglioramento promesso, ritorneremo sull’argomento e solleciteremo la giunta a provvedere per ridurre i disagi dei cittadini”, così il consigliere regionale del Partito Democratico Enrico Ioculano primo firmatario di un’interrogazione discussa in consiglio regionale sui disservizi riscontrati nelle prenotazioni Cup in Asl1 da Liguria digitale.

Articolo precedenteMeosü: il progetto della strada un anno dopo l’alluvione, Conio “Le famiglie non si sentano abbandonate”
Articolo successivoBordighera: percepivano il reddito di cittadinanza senza averne diritto, sei persone denunciate dai Carabinieri