video

Bastano pochi passi oltre il nucleo abitato di Terzorio per venire avvolti da un manto verde di foglie d’ulivo. Una serpeggiante stradina cementata scorre tra le reti ancora appese fino a nascondersi sotto ad un bel porticato.

Siamo a San Sebastiano, bellissimo angolo di pura Liguria. “Uno degli edifici più antichi del centro storico – ci illustra il sindaco di Terzorio Valerio Ferrari – datato attorno al XV secolo ma si presume possa essere anche più antico”.

“La chiesetta è dedicata a San Sebastiano che è il compatrono del paese, una festività molto sentita che ricorre tra pochi giorni, il 20 di gennaio”. La bellezza del porticato contornato di olivi con le foglie tremule al vento isola il visitatore in una semplice atmosfera di pace.

“Nel corso degli anni l’edificio ha subito numerosi interventi di ristrutturazione spesso con tecniche e materiali non idonei, per questo come comune abbiamo fatto predisporre un progetto per riparare l’edificio rimuovendo le aggiunte, sistemando il tetto e ristrutturando il selciato ora quasi scomparso. Siamo in attesa dei fondi mentre sul sito comunale sono consultabili tutti gli elaborati”.

Attendiamo allora che questo altro bellissimo angolo di Liguria possa mostrarsi nella sua veste migliore, un angolo di paradiso tra gli ulivi del Ponente.