Roger Holtom, dalla musica alla pittura all'insegna della libertà di espressione

Roger Holtom è un artista inglese che da oltre sette anni ha fatto della Provincia di Imperia la sua casa.

Nato e cresciuto a Sheffield, Roger aveva dapprima sviluppato una promettente carriera da violoncellista, per poi avvicinarsi all’attività di sua madre, anch’essa pittrice.

La gioia scaturita dalla libertà donatagli dalla pittura lo ha portato a sviluppare in breve tempo un linguaggio astratto molto personale, con dipinti che tuttavia richiamano piacevolmente paesaggi figurativi. L’impiego occasionale di supporti non comuni, quali legno o metalli, aggiunge un senso tattile ad alcuni dei suoi dipinti che meritano di essere osservati di persona. Il linguaggio di Roger può dunque essere in parte associato ai movimenti dell’espressionismo astratto e dell’arte povera.

Non ho ricevuto alcuna educazione da fuori“, afferma l’artista: “Ho visto i lavori di mia madre, pittrice tradizionale. Poi ho trovato la spinta di farlo io e non ci sono state regole: ho fatto come volevo per trent’anni, sviluppando uno stile propriamente mio”.

Dopo avere allestito un primo atelier a Bussana Vecchia, Roger adesso vive e lavora nel borgo di Bajardo in compagnia di Bea, la sua affettuosa compagna a quattro zampe.

L’artista ha raccontato ai nostri microfoni ulteriori dettagli della sua vita e preziosi consigli per chi desiderasse intraprendere la difficile carriera delle arti.

Articolo precedenteVentimiglia, in programma un incontro contro l’azzardopatia
Articolo successivoDiano Marina, alla biblioteca Novaro la presentazione del libro “Paolo Gerolamo Brusco”