questore cesare capocasa

A seguito delle segnalazioni, alcune giunte direttamente alla Segreteria del Questore di Imperia, il Dr. Cesare Capocasa intende rivolgere un appello ai cittadini:

“Se qualcuno vi ha chiamato a casa pubblicizzando un mensile dai colori d’ordinanza, toglietevi ogni dubbio: non eravamo noi,” spiega il questore nel messaggio.

“C’è chi si spaccia per il giornale ufficiale della Polizia di Stato – prosegue – chiedendo soldi alle famiglie. Trattandosi di truffa, per primi abbiamo il dovere di mettervi in guardia. Se incappate nella propaganda, denunciatela al più vicino ufficio di Polizia. Non telefoniamo a casa, non facciamo pubblicità porta a porta, non chiediamo denaro a chi non fa richiesta di abbonamento. Questi i consigli che riteniamo più utili e che, come è noto, abbiamo richiamato nella brochure “CHIAMATECI SEMPRE” distribuita nelle Piazza, nei luoghi di incontro e di aggregazione ma anche direttamente a casa dei cittadini per salvaguardare chi, come qualcuno di voi, ha ricevuto richieste sospette o è stato vittima di raggiri e tentativi di truffe”.

 

Articolo precedenteVentimiglia: manifestazione anti-migranti, in cento chiedono maggiore sicurezza al Prefetto
Articolo successivoRottura del Roja: riprende l’erogazione dell’acqua, terminata l’emergenza nel Dianese