Si rinfiamma il dibattito attorno alla delicata situazione finanziaria che sta vivendo Rivieracqua. Sono infatti di oggi le dure parole del sindaco di San Bartolomeo al Mare, Valerio Urso, che ritorna sulla vicenda della società consortile sulla scia della convocazione del consiglio comunale monotematico di Sanremo.  “Ora viene fuori che i Comuni del Golfo Dianese sarebbero i potenziali killer di Rivieracqua. È una situazione paradossale”, dichiara il primo cittadino. “Con la nostra bollettazione siamo la stampella di Rivieracqua e i cittadini dei nostri comuni stanno sostenendo da soli il costo della società.

“Siamo a maggio 2018, non abbiamo i conti e non abbiamo nessuna proposta operativa di bypass, nonostante una settimana fa – ricorda Urso – ci sia stato un incontro tecnico-politico nel quale ci era parso che si volesse tempestivamente correre ai ripari. Bisogna rendersi conto – conclude il sindaco di San Bartolomeo al mare – che noi siamo in emergenza. Non è possibile che, di fronte a questa situazione, ci sia chi specula politicamente”.