riviera trasporti

Il ricorso al concordato preventivo sta diventando un’ipotesi sempre più concreta per la Riviera Trasporti, l’azienda che gestisce il servizio di trasporto pubblico locale in provincia di Imperia. La società – il cui pacchetto azionario è detenuto circa all’85% dalla Provincia e circa al 15% dal Comune di Sanremo – si accinge a chiudere un bilancio 2017 con un deficit vicino al milione e 400 mila euro. L’indebitamento complessivo si aggirerebbe invece attorno ai 19 milioni di euro.

Tra un mese, il 20 luglio, è in programma l’assemblea dei soci, che dovrĂ  fare il punto sulla situazione e cercare possibili soluzioni. Al vaglio (ma tutt’altro che di facile attuazione) c’è l’ipotesi di vendere il deposito di Corso Cavallotti a Sanremo, che potrebbe diventare – grazie a una variante urbanistica ad hoc – un centro commerciale. Un’operazione che garantirebbe liquiditĂ  all’azienda, ma che sembrerebbe non convincere Palazzo Bellevue.

Articolo precedenteImperia al ballottaggio: Vassallo VERSUS Gatti
Articolo successivoBordighera, nasce la giunta Ingenito: ecco gli assessori e le deleghe