L’esperienza di Montalbano in Sicilia mostra come il settore audiovisivo possa trainare il turismo e l’economia di un territorio. Sulla scia di quel fortunato esempio, anche in Liguria si stanno muovendo alcuni passi nell’incentivare la produzione di contenuti audiovisivi sulle due Riviere. “Tuttavia – sottolinea l’attore e regista Simone Gandolfo – è inutile dare contributi se poi non ci sono le persone che lavorano e che hanno la giusta professionalità”.

Da questa considerazione nasce il progetto “La Riviera dei Fiori va in scena”, reso possibile grazie al Fondo Sociale Europeo e alla gestione regionale tramite ALFA. Capofila dell’iniziativa è il Centro di Formazione “G.Pastore” di Imperia, con la collaborazione della Scuola Edile di Imperia e di alcuni importanti professionisti imperiesi: lo stesso Gandolfo e il fonico di studio Giovanni Nebbia.

Il progetto si struttura in tre corsi gratuiti (fonico, tecnico delle luci e aiuto regista), che permetteranno ai giovani (ma non solo) di sfruttare le opportunità di lavoro che derivano dal mondo dello spettacolo.

Un progetto, dunque, che coniuga formazione, possibili sbocchi occupazionali e sviluppo economico del territorio. “Il tutto a impatto zero”, sottolinea ancora Gandolfo. “Chi fa questa professione, infatti, non costruisce palazzi, ma crea bellezza”.

Per maggiori informazioni sui corsi occorre consultare il sito http://www.centropastore.it/