Si chiama ‘BLU – Bonus Lavoro Utile’ ed è il progetto lanciato dal Comune di Riva Ligure con il quale si impegna a finanziare una o più iniziative per la comunità proposte e realizzate direttamente dalla sua cittadinanza. A darne l’annuncio, alle porte della Festa della Repubblica, il sindaco Giorgio Giuffra.

Le risorse provengono dal Ministero dell’Interno, che ha provveduto a rimborsare i Comuni per le spese sostenute nella gestione dei richiedenti asilo e che erano già state finanziate dal bilancio generale. Si tratta di un importo totale di 21 mila euro da destinare per il triennio 2017/2019. Saranno dunque gli abitanti del piccolo borgo, con le loro proposte, a decidere come verranno spesi questi fondi.

“Abbiamo voluto restituire questi soldi ai nostri concittadini – spiega Giuffra – in compensazione dei tagli sostenuti in precedenza per la gestione dei richiedenti asilo. Pur non essendo un progetto faraonico in termini economici – prosegue – ha un forte valore simbolico, perché permette a chiunque di proporre, in prima persona, un’iniziativa a favore della comunità e di poterla realizzare con fondi pubblici. Ci rivolgiamo in particolar modo a disoccupati, studenti e giovani in cerca di prima occupazione, ai quali sarà data precedenza nell’assegnazione dei contributi.”

Non vi sono restrizioni sulla tipologia di iniziative da proporre, purché legali e realizzabili con le somme stanziate. Si può spaziare da quelle sulla sicurezza ad altre sul decoro urbano, passando per la protezione dell’ambiente, istruzione ed attività turistico-ricreative. Possono partecipare alla selezione tutti i cittadini italiani residenti nel Comune di Riva Ligure e gli stranieri residenti al 31 dicembre 2009.

I dossier pervenuti entro il 31 agosto saranno valutati da un’apposita Commissione, nominata dalla Giunta Comunale, la quale selezionerà, tra i progetti finalisti, uno o più vincitori che accederanno al finanziamento. Agli stessi sarà comunicato l’importo del contributo, che potranno accettare o rifiutare, e sarà richiesto di portare a termine l’iniziativa secondo tempistiche concordate con il Comune.

L’annuncio dell’esito conclusivo sarà dato nel tradizionale Consiglio Comunale Straordinario e Solenne, convocato, in occasione dei festeggiamenti patronali di San Maurizio Martire, il prossimo 22 settembre.