Riva Ligure: un anno dalla riconferma, il bilancio del sindaco Giuffra. "L'anno più complicato, ma guardiamo avanti"

Il 26 maggio scorso i cittadini di Riva Ligure sono stati chiamati al voto per riconfermare il sindaco Giorgio Giuffra, unico candidato alla carica di primo cittadino dell’ultima tornata elettorale.

A un anno dalla riconferma abbia fatto un bilancio con il sindaco Giuffra che amministra Riva Ligure ormai da sei anni.

È stato l’anno più complicato da quando sono in carica. Questa pandemia era qualcosa di imprevedibile; lascerà il segno sia per quanto riguarda le persone colpite dalla malattia, sia per le aziende e i lavoratori che soffriranno delle conseguenze pesanti,” dichiara Giuffra.

“Un anno iniziato sotto i migliori auspici con la conferma di 4,4 milioni di euro per il rifacimento del waterfront. Una notizia che è passata un po’ in sordina proprio a seguito dell’emergenza sanitaria. A ottobre inaugureremo, però, il cantiere più grande della storia di Riva Ligure. Oltre a rifare il look verrà messa in sicurezza la costa dalle mareggiate, permettendo anche di ampliare gli spazi destinati alla balneazione e all’offerta turistica,” aggiunge.

Questo anno di amministrazione si conclude in un momento significativo, quasi simbolico. È ripreso infatti oggi il mercato settimanale anche a Riva Ligure. Un passo alla volta si ritorna a vivere in maniera quasi normale dopo le lunghe settimane di lockdown dovute all’emergenza coronavirus.

“Vivo questo momento con tanto entusiasmo e molta fiducia. Ovviamente non manca la preoccupazione. Dobbiamo pensare a una “nuova normalità” che dovremo costruire tutti insieme. Dobbiamo riuscire ad offrire ai nostri turisti una località che si presenta in maniera sicura e accogliente. Stiamo lavorando bene e sono soddisfatto della sinergia che abbiamo con i cittadini,” conclude Giuffra.

Guarda l’intervista integrale a inizio articolo.