In previsione delle prossime elezioni nazionali, Giorgio Giuffra, sindaco di Riva Ligure, ricorda l’importanza degli scrutatori. 

“Il compito di scrutatore – dichiara Giuffra – rappresenta un momento di reale confronto con il sistema elettorale: la possibilità di vedere dall’interno come funziona la macchina, di esserne parte, di sentirsi un minuscolo ma necessario ingranaggio. Un ruolo, che può anche apparire oscuro, – conclude – ma essenziale per la democrazia.”
Ad ogni tornata elettorale, il Comune di Riva Ligure designa 24 scrutatori, dei quali 12 effettivi e 12 supplenti.

Per essere scrutatori, bisogna essere iscritti nell’apposito albo.

Una volta iscritti si rimarrà nelle liste per sempre e non sarà più necessario re-iscriversi, tranne in casi del tutto eccezionali. La domanda per iscriversi all’albo deve essere compilata e protocollata all’ufficio elettorale entro il 30 novembre prossimo. L’iscrizione nell’Albo degli scrutatori di seggio elettorale è subordinata al possesso di alcuni requisiti, ossia essere elettore del Comune ed avere assolto gli obblighi scolastici.

Non possono essere scrutinatori i dipendenti dei Ministeri dell’Interno, delle Poste e delle Telecomunicazioni e dei Trasporti; gli appartenenti alle forze armate in servizio; i medici provinciali, gli ufficiali sanitari e i medici condotti; i segretari comunali ed i dipendenti dei Comuni, addetti o comandati a prestare servizio presso gli Uffici elettorali comunali; i candidati alle elezioni per le quali si svolge la votazione.