Ecco le direttive messe in campo dall’amministrazione comunale

-Divieto della presenza e spostamento delle persone fisiche nei seguenti luoghi: passeggiata a mare, spiagge e scogliere;

-Divieto di transito lungo le strade comunali e vicinali, nonché nelle piazze cittadine, se non finalizzato a primarie necessità o spostamenti lavorativi;

-Divieto di sosta su panchine o parapetti posti lungo le strada comunali e vicinali, nonché nelle piazze cittadine;

-Divieto di allontanarsi da un raggio di 50 metri dalla propria residenza od abituale dimora per lo sgambamento ed i bisogni fisiologici dei propri animali domestici;

-Divieto di utilizzo della bicicletta se non finalizzato allo spostamento per primarie necessitĂ  od esigenze lavorative;

-Divieto di spostamento delle persone fisiche dalla loro residenza od abituale domicilio, per recarsi presso le seconde case.

Commenta la situazione il sindaco Giorgio Giuffra sulla sua pagina facebook: “Stamattina, dopo aver letto i giornali, ragionavo sul fatto che, in Italia, ci siano piĂą persone denunciate per violazione delle norme relative al contenimento del contagio da CODIV-19 che persone positive. Quindi, senza timore di smentite, posso affermare che, numeri alla mano, siamo piĂą stupidi e “teste di cazzo” (passatemi il francesismo) che infetti. Dobbiamo rimanere a casa, altrimenti rischiamo di sfasciare tutto. Facciamolo per noi stessi, per i nostri affetti, per coloro che hanno perso la vita e per gli altri che stanno lottando per non perderla, per gli eroi che non possono fermarsi. Riva Ligure è avanti 💪. #NelVersoGiusto 🇮🇹. Riva prima di tutto. Di +.”

Articolo precedenteCoronavirus, l’on. Mulè invia 100 litri di gel igienizzante e 200 tute protettive nel Ponente per gli operatori della Croce Rossa
Articolo successivo#iorestoacasa: Liguria Popolare aderisce all’iniziativa: “Ognuno di noi faccia la sua parte”