Importante risultato per il comune di Riva Ligure che si vede assegnati dalla Regione Liguria 4,4 milioni di euro derivanti dal Piano Fondi della Protezione civile nazionale. I fondi sono stati stanziati dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri alle regioni italiane.

Questa mattina conferenza stampa dove il sindaco Giorgio Giuffra assieme alla maggioranza hanno illustrato i tratti interessati dai finanziamenti destinati alla messa in sicurezza del territorio e all’aumento della resilienza dei tratti costieri.

In particolar modo verrà interessata l’area tra il Rio Caravello e il Torrente Argentina, circa 1,4 km di costa. L’affidamento avverrà entro il 30 settembre con bando di gara europeo in modo da poter iniziare i lavori in autunno.

“Un’opportunità importante”-commenta il sindaco Giuffra-“4,4 milioni di euro che permetteranno finalmente la messa in sicurezza del tratto di costa tra il Rio Caravello e il Torrente Argentina.”

Le opere, circa 6 barriere perpendicolari con ripascimento delle aree, non solo aumenteranno la sicurezza, ma aumenterà il tratti adibiti a balneazione

“L’intervento proposto andrà ad aumentare la profondità delle spiagge, avendo una ricaduta diretta sul comparto turistico, quindi un’opera nata per proteggere i centri abitati, la ciclabile e l’aurelia avrà un valore economico importante per tutta la città.”

Infine la Regione Liguria ha stanziato 240.000 euro per la progettazione definitiva della messa in sicurezza della foce del torrente Argentina, la cui sistemazione è di competenza diretta dell’ente regionale.

Questo è un primo step importante verso la sistemazione di una zona particolarmente critica; sono infatti 200 le persone, nella sola Riva Ligure senza contare il territorio di Taggia, che abitano nella “zona rossa” a rischio. Di queste 200 persone 36 erano state recentemente evacuate durante gli ultimi eventi alluvionali.

Nel video servizio di Riviera Time l’intervista al sindaco Giorgio Giuffra