“Realizzeremo un progetto che vuole essere aperto non solo agli over 65, ma anche a chi accompagna persone con modesta autosufficienza od a chi, per non sentirsi solo in casa, vuol passare un pomeriggio in compagnia. Qualcuno lo chiamerà centro, altri circolo, noi invece lo chiameremo contenitore. Qui dentro, infatti, troveranno spazio la nostra storia, i nostri anziani, quelli che hanno permesso a Riva Ligure di diventare la comunità prospera e viva che è oggi.”

Con queste parole, il Sindaco Giorgio Giuffra ed il Consigliere incaricato al Sostegno Sociale ed alla Sussidiarietà Giordana Castore hanno commentato l’imminente inizio dei lavori di riconversione dell’ex punto prelievi, sito in Via Nino Bixio, in centro di aggregazione. Il progetto, la cui realizzazione costerà complessivamente 25mila euro, prevede di rileggere l’ambiente creando uno spazio aperto e luminoso, interattivo e modulare da dedicare alla terza età del Comune come centro ricreativo.

“Sarà un contenitore moderno. Tutte le attività che si svolgeranno al suo interno – concludono Giuffra e Castore – avranno lo scopo di consentire agli anziani di sentirsi protagonisti con il loro sapere ed i loro valori, per una piena integrazione sociale ed un’attività valorizzazione del loro tempo libero.”

Svincolate quindi da funzioni predefinite e in grado di svolgere differenti utilizzi, gli ospiti troveranno nel centro della città un luogo dove poter svolgere attività ludico ricreative, piccole conferenze e corsi, compleanni ed ascoltare musica.