video
03:45

È stato presentato questa mattina il fine lavori del progetto di recupero ed efficientamento energetico di 72 alloggi di edilizia residenziale pubblica a Imperia. Le opere finalizzate alla riduzione dei consumi energetici, alla bonifica dell’amianto e alla manutenzione straordinaria degli ascensori, hanno richiesto un investimento di oltre 1,2 milioni di euro stanziati da Regione Liguria e hanno riguardato gli edifici di Arte in via vecchia Piemonte 83 e in via Spontone 50.

“Opere ingenti che hanno coinvolto 72 alloggi di edilizia residenziale pubblica – ha detto l’assessore regionale all’Urbanistica e all’Edilizia Marco Scajola – Grazie ad Arte siamo intervenuti per rendere questi edifici più confortevoli per l’utenza che godrà anche di una riduzione di costi delle utenze grazie ai lavori di efficientamento energetico e anche più salubri grazie alle opere di bonifica dell’amianto. Una parte di investimento, inoltre, è stato stanziato per la manutenzione straordinaria degli ascensori. Lavori necessari per fornire delle abitazioni interventi di rinnovamento a favore degli inquilini. Inoltre, oggi inauguriamo anche la Casa del volontariato“.

Quest’ultimo è uno spazio che Arte Imperia ha voluto destinare unicamente alle associazioni di volontariato, attualmente sono otto quelle presenti, che usufruiscono degli spazi corrispondendo un affitto calmierato.
“È sicuramente positiva l’attenzione che Arte e Regione hanno dimostrato nei confronti della città di Imperia con questo investimento significativo – ha commentato il sindaco Claudio Scajola – I lavori di efficientamento energetico realizzati, inoltre, si legano ai tanti interventi dello stesso tenore portati avanti in questi anni dal Comune su diversi edifici, a partire da scuole e impianti sportivi. L’interesse verso il volontariato, con la creazione di un apposito hub, contribuisce a rafforzare quel sentimento di comunità fondamentale per una Città che vuole crescere senza lasciare indietro nessuno”.

“Oggi presentiamo la conclusione di un progetto integrato di miglioramento della qualità dell’abitare formato dalla riqualificazione e dal miglioramento energetico di 72 alloggi, intervento più significativo da 1.200.000 euro che consente ai nostri assegnatari la riduzione dei consumi spesso più alti dell’affitto – ha aggiunto l’amministratore unico di Arte Imperia Antonio Parolini – Accanto a questo anche la creazione di spazi aggregativi per associazioni di volontariato che saranno facilmente fruibili dai nostri assegnatari e un progetto pilota di installazione di 10 defibrillatori nei maggiori complessi di ARTE di tutta la provincia per la promozione della cultura del primo soccorso”.

“Siamo lieti si realizzi il sogno della casa del volontariato – ha concluso Matteo Lupi, presidente del Centro Servizi per il Volontariato del Ponente Solidale – che rappresenta un’azione di un presidio sociale aperto alla cittadinanza, mirato a orientarla all’impegno ed alla solidarietà”.

Presenti al taglio del nastro, oltre ai quattro sopramenzionati, anche l’assessore ai Servizi Sociali del comune di Imperia Luca Volpe e il presidente del consiglio Pino Camiolo.

Al termine dell’evento è stata presentata l’installazione di un defibrillatore, il primo di dieci, che Arte posizionerà nei complessi più significativi della provincia di Imperia. Inoltre, per ogni defibrillatore installalo l’Ente provvederà alla formazione all’utilizzo di almeno uno degli inquilini.

Nel videoservizio di Riviera Time le immagini dell’inaugurazione e le interviste a: Marco Scajola, Antonio Parolini, Claudio Scajola e Matteo Lupi.

Articolo precedentePaolo & Barbara a Sanremo e Sarri a Porto Maurizio ‘stelle’ Michelin confermate nella guida 2022
Articolo successivoImperia, il ristorante Salvo Cacciatori premiato con “una forchetta” dalla guida Gambero Rosso 2022