L’ospite di oggi per la rubrica “L’Intervista” è Fabrizio Risso, capogruppo del Partito Democratico nel Consiglio comunale di Imperia.

Nelle scorse settimane il segretario provinciale del PD, Pietro Mannoni, ha affidato la guida della sezione cittadina a Risso a seguito delle dimissioni di Antonio De Bonis. Risso rimarrà in carica fino all’imminente congresso autunnale durante il quale verranno fatte le nuove nomine.

“Il congresso si terrà a fine novembre. Sarà un momento importante. Il Partito Democratico ha perso le ultime elezioni amministrative. L’obiettivo del congresso è quindi quello di dare una nuova guida al partito in un momento di grande difficoltà, non solo a livello cittadino ma anche a livello nazionale. Dalla sua fondazione il PD sta affrontando la crisi più difficile,” spiega Risso.

Nei giorni scorsi la segreteria locale dei Giovani Democratici ha criticato le nuove nomine della segreteria regionale del PD. Con un comunicato stampa Matteo Longo, segretario dei Giovani Democratici, commentava: “Non andremo lontano con i soliti nomi”.

Risso commenta: “A Imperia penso che si debba voltare pagina. Al di là dell’individuazione di un segretario forte e autorevole, bisogna cambiare il modo di lavorare. Dobbiamo dare più responsabilità ai giovani, coinvolgendoli in un progetto di rilancio del partito. Un mix di esperienza e novità.”

Nell’intervista a Riviera Time, Risso ha anche risposto alla critica che vorrebbe i consiglieri comunali del PD su una posizione condiscendente nei confronti dell’amministrazione Scajola.

“Affermazioni prive di ogni fondamento. In politica quello che conta sono i fatti e gli atti amministrativi. Il Partito Democratico ha sempre votato contro le pratiche di bilancio dimostrando di essere all’opposizione senza alcun intendimento di entrare in maggioranza. Voglio però specificare che la nostra sarà un’opposizione propositiva, fatta sulle pratiche, e non un’opposizione a priori. La città ha bisogno di risposte. Se una pratica fa l’interesse di Imperia noi la votiamo, anche se a presentarla è lo stesso Scajola,” conclude.