Attentato a Parigi, il chitarrista imperiese Christian Lavernier: “Io non ho paura”

Dopo l’ennesimo attentato di ieri sera a Parigi, in cui sono morti un agente di polizia e l’assalitore, il celebre chitarrista imperiese Christian Lavernier ci scrive per condividere il suo pensiero e un forte messaggio di speranza:

“Oggi partire da Parigi, citt√† che amo, per il prossimo concerto di Villeret (Svizzera), mi fa riflettere.¬†

Alle molte persone che mi scrivono su FaceBook e via mail, ¬†e mi chiedono se “ho paura di vivere a Parigi ” e soprattutto se “ho paura di viaggiare”, vorrei rispondere che “ho paura a stare fermo”.

Ho paura di non conoscere, ho paura che la mia mente si chiuda in un provincialismo intellettuale, pensando al piccolo giardino della mia casa come “unico mondo possibile”, (qualsiasi provenienza abbia¬†quell’ unico mondo), ho paura di non avere la forza di confrontarmi superando i miei limiti, (e lasciando i miei pregiudizi), ho paura di non vedere la bellezza, o di non avere la sensibilit√† giusta per coglierla, ho paura di accontentarmi di quello che una cultura dominante (poco importa la sua provenienza) individua come giusto o sbagliato, perch√® la violenza non far√† mai parte della mia dignit√†.

Tutto questo fortunatamente NON ha a che fare con IL VIAGGIO, ma con l’immobilit√†! Immobilit√† fisica e intellettuale. Ecco perch√® IO NON HO PAURA. Ecco perch√® amo il viaggio. La cultura √® fatta di diversit√†, la grande Arte sin dalla notte dei tempi lo dimostra.

Conoscere le proprie origini e non dimenticare le proprie radici, avendo il coraggio di ascoltare e osservare altri mondi, cercando il rispetto reciproco. Questa per me √® l’unica forma di progresso possibile.

La cultura ha bisogno del viaggio e di viaggiatori, ha bisogno di curiosit√† come sua naturale dimensione per crescere, quindi no, IO NON HO PAURA!”