Sanremo è stata tra le prime località della Provincia, certamente la più numerosa come numero di abitanti, a introdurre il sistema di raccolta rifiuti “porta a porta”: un anno e mezzo fa la distribuzione dei primi mastelli, poi l’avvio, senza dubbi traumatico.

Rumenta dappertutto e flop, per alcuni annunciato, dietro l’angolo.

A sei mesi circa dallo start vero e proprio su tutto il territorio comunale, si contano i primi risultati, per la verità in controtendenza rispetto ai pronostici dei più critici.

La differenziata nella Città dei Fiori viaggia verso il 58% (un record in Provincia) e Amaie Energia, la società in house incaricata del servizio, si appresta ad accogliere un nuovo direttore generale oltre a rinnovare le cariche del Cda.

Le polemiche non sono certo mancate, con le strade di Sanremo, soprattutto i primi mesi, effettivamente ingombre di rifiuti; ma ora il peggio sembra passato.

La sfida di Amaie Energia adesso è portare a regime i risultati appena raggiunti e migliorare il servizio complicato dall’elevato numero di seconde case e da una geografia urbana complessa.

L’opposizione punta il dito sulla “città sporca” e propone soluzioni alternative, un mix tra “porta a porta” e classica raccolta di prossimità.

Il prossimo appuntamento per Amaie Energia, dopo aver giocato in casa a Sanremo, potrebbe essere lo sbarco a Imperia proprio col sistema del “porta a porta” nei primi mesi del prossimo anno, o forse anche prima.

Ai lati opposti del ring si affrontano, in questa nuova puntata di Versus, Andrea Gorlero, amministratore delegato di Amaie Energia, e Simone Baggioli vice capogruppo di Forza Italia e Consigliere comunale d’opposizione a Sanremo.