“Ulteriori 400mila euro per il sostegno produttivo delle botteghe dell’entroterra“. A dirlo è l’assessore allo Sviluppo economico Andrea Benveduti. Il rifinanziamento, approvato dalla giunta regionale, si riferisce al bando da 270mila euro, attivato a febbraio 2020 e poi prorogato sino a giugno 2020 a causa dell’emergenza Covid-19.

“L’entroterra non è soltanto una risorsa da difendere, ma anche un’opportunitĂ  di sviluppo sostenibile per il futuro della Liguria. Ancor piĂą in questo momento di crisi economica, riteniamo opportuno dare continuitĂ  all’azione avviata da Regione nella scorsa legislatura in favore delle piccole botteghe, quale presidio sociale irrinunciabile per gli abitanti delle nostra aree interne – spiega l’assessore Andrea Benveduti. – Con questo nuovo sforzo economico, l’amministrazione regionale ribadisce con i fatti l’attenzione da sempre riservata al commercio al dettaglio di piccole dimensioni, assolutamente prioritario per la vivibilitĂ  delle nostre aree interne”.

La misura, che aveva riscontrato l’interesse di 248 attivitĂ , consentiva l’ottenimento di contributi a fondo perduto nella misura del 40% dell’investimento effettuato, per importi compresi tra i 5 e i 20mila euro. Si ricorda che erano ammissibili a contributo spese relative all’acquisto di arredi ed attrezzature, interventi di carattere edilizio e acquisto di scorte.

La ripartizione della nuova dotazione verrà così proporzionalmente assegnata al finanziamento delle quattro graduatorie provinciali: 208mila euro per la provincia di Genova, 64mila euro per la provincia di Imperia, 80 mila euro per la provincia di Savona e 48mila euro per la provincia della Spezia.