Renato Adorno situazione lavori a Rezzo dopo alluvione di inizio ottobre 2020

Sono innumerevoli i danni lasciati su tutto il territorio comunale di Rezzo dagli ultimi eventi alluvionali di ottobre. Una serie, difficile da gestire, di piccoli, grandi problemi sulla quale il Comune, con appoggio di Provincia e Regione, sta mettendo mano quotidianamente da ormai un mese e mezzo.

“Non ci siamo mai fermati – spiega il sindaco Renato Adorno. Per il capoluogo siamo riusciti ad aprire la strada che va nel bosco, grazie a un intervento della Provincia, e anche quella che va ai pascoli. Abbiamo poi iniziato l’operazione sulle piante abbattute dal maltempo con un quantitativo di legna tra i 50 e i 100mila quintali che con un bando venderemo”.

Lavori in corso anche in frazione Lavina: “Abbiamo fatto i sopralluoghi sui ponti – dice il primo cittadino – dobbiamo assolutamente mantenerli. Stiamo poi procedendo con il cantiere sulla strada che porta al cimitero”.

La problematica più grande rimane, purtroppo, quella di Cenova con cinque famiglie sfollate dal 2019 e la generale mancanza delle condizioni di sicurezza per abitare e vivere la frazione.

“Qui abbiamo veramente tantissimi problemi – ammette Adorno. Ce li stiamo portando avanti dal 2016 e poi con le alluvioni del 2019 e del 2020. Abbiamo fatto un importante lavoro sulla regimentazione delle acque e stiamo pulendo e svuotando le case per riaprire via Piemonte. Su Cenova abbiamo però anche un problema di sfollati. Dal 2019 ci sono cinque famiglie che continuano a rimanere fuori casa. Prima queste abitazioni erano in zona rossa, da ottobre sono state in parte demolite dagli eventi alluvionali“.

Il sindaco Adorno ha voluto rivolgere infine un appello a Governo e Regione: “Bisogna intervenire velocemente e chiedo una mano ai parlamentari liguri e alla Regione che, soprattutto nelle persone degli assessori Scajola e Giampedrone e del presidente Toti, si è sempre dimostrata vicina al nostro territorio. Serve arrivare ad avere una mitigazione del rischio tale da poter vivere normalmente nella frazione di Cenova. Se non riusciamo a risolvere definitivamente il lavoro a monte dell’abitato non metteremo mai la parola fine.
Chiedo di essere chiari perché con le somme urgenze e i soldi stanziati finora il comune di Rezzo non potrebbe fare tutto quello che sta facendo – aggiunge. Le ditte stanno lavorando e andranno pagate, ci vogliono dei tempi certi”.

L’intervista completa al sindaco Renato Adorno e le immagini di Rezzo, Cenova e Lavina nel videoservizio di Riviera Time.