Dall’Argentina all’entroterra di San Bartolomeo al Mare. Don Juan Pablo Esquivel, da 10 anni presente nelle parrocchie di Chiappa e Pairola, ama utilizzare la tecnologia per stare vicino ai fedeli. Un esempio? Un gruppo Whatsapp che unisce le persone di Chiappa, per rimanere sempre in contatto; in caso di pericolo, Don Pablo aziona le campane della chiesa con un’apposita app del suo cellulare.

“La tecnologia deve supplire le lacune nel rapporto coi fedeli, non sostituirlo. E’ una terra di condivisione e un modo per prendersi cura gli uni degli altri“, dichiara. “Io ho sempre il telefono a portata di mano, per essere reperibile. C’è un’espressione italiana che amo molto, parlare a quattrocchi: questo non può essere sostituito da niente e nessuno”.

A ottobre ha inoltre lanciato un progetto di crowdfunding per salvare e restaurare l’organo della chiesa dei SS. Mauro e Giacomo Maggiore.