Regionali, Ioculano (PD): "Proponiamo un'idea diversa di Liguria"

È stato ospite nei nostri studi Enrico Ioculano, consigliere provinciale e candidato al Consiglio regionale nella lista imperiese del Partito Democratico.

E proprio dalle vicine elezioni regionali (20 e 21 settembre) è partita l’intervista. Ioculano ha commentato infatti le aspettative del partito e della coalizione che appoggia il candidato alla carica di presidente Ferruccio Sansa: “Il nostro candidato sta proponendo un’idea di Liguria diversa da quella proposta in questi anni dall’attuale amministrazione Toti. L’attuale amministrazione ha avuto delle mancanze nella progettazione, soprattutto per quanto riguarda la nostra Provincia che, nonostante abbia avuto tre assessori in Giunta in pochi ce ne siamo resi conto. Sansa e le sue liste devono avere la capacità di fare un passo in più.”

L’intervista si è poi spostata su due tematiche fondamentali per il Ponente ligure: sanità e infrastrutture.

“Sulla sanità è stata fatta una programmazione in stile Lombardia con tutta una serie di privatizzazioni. L’obiettivo, però, non è mai stato quello di migliorare lo standard qualitativo dei servizi. Tant’è che la Corte dei Conti ha bocciato il lavoro sulla sanità fatto in questi anni,” ha dichiarato.

“Noi proponiamo, anche grazie all’utilizzo del Mes, una sanità che sia fatta dai dei poli territoriali e un punto di eccellenza per le acuzie. Sono questi i modelli che stanno funzionando.”

Favorevoli quindi all’ospedale unico? “L’ospedale nuovo va portato avanti. Abbiamo bisogno di eccellenze e di richiamare i professionisti che oggi non vengono nella nostra Provincia.”

Sulle infrastrutture ha commentato: “Questo è un tema che si sposa con quello della sanità. Non possiamo pensare a un modello di sanità senza che questo sia accompagnato da un’infrastruttura nuova o rinnovata. Centrale quindi il proseguo dell’Aurelia Bis verso Ventimiglia e poi verso Imperia. La Regione avrebbe dovuto fare molto di più come raccordo tra i vari enti e i comuni. Sappiamo che le infrastrutture che vanno avanti sono quelle la cui progettazione è in uno stadio avanzato. Cosa ha progettato la Regione in questi anni? Niente. Io sono stato sindaco di Ventimiglia. Non c’è mai stata una riunione nella quale si sia detto: ‘cominciamo a fare uno studio di fattibilità e a pianificare urbanisticamente le nostre città’. È mancato un ruolo di coordinamento.”