Radio Stop Festival, Sergio Sylvestre: "Se fossi un dolce sarei un brownie"

Come sempre, l’autoironia distingue Sergio Sylvestre, ospite al Radio Stop Festival a Cecina: “Sono grosso e nero, potrei essere un brownie“, scherza, poi dichiara: “Sono stato tutto il giorno in piscina, c’è leggerezza, c’è energia, questo lavoro è solo divertimento.”

Sergio, che con i suoi quasi 150 chili ha iniziato negli Stati Uniti, suo Paese natale, una carriera professionale da giocatore di rugby, dopo un grave infortunio ha abbandonato lo sport; dopo essersi trasferito in Italia, ha partecipato al talent Amici ed è passato al successo con l’album “Big boy“.

Il nostro inviato Carmine Esposito lo ha intervistato per noi.