[beevideoplayersingle adstype=”video-ads” videourl=”https://vimeo.com/239607062″ videoadsurl=”https://vimeo.com/236432438″ adsurl=”http://www.rivierarecuperi.com/”]L’ospite di oggi dell’Intervista di Riviera Time è Marco Damonte Prioli, direttore generale dell’ASL 1 Imperiese. È l’occasione per fare il punto sulle questioni aperte che riguardano la sanità del Ponente ligure. Si parte con il nuovo Palasalute di Imperia e la presenza nelle vicinanze del Rio Artallo. “Io vorrei ribaltare tutti i discorsi che sono stati fatti in queste settimane”, afferma Prioli. “Grazie al Palasalute Via Acquarone è stata interessata da questi lavori di mitigazione del rischio”.

Il direttore generale si sbilancia anche sull’apertura della struttura di Sanremo: “Salvo imprevisti, i lavori dovrebbero essere terminati a marzo 2018. A quel punto partiranno i lavori di collaudo. Pensiamo di arrivare all’apertura nella seconda parte del prossimo anno”.

Spazio poi al tema ospedale unico. “È nel piano regionale approvato dalla Giunta. C’è da capire – spiega Prioli – se il Ministero della Salute metterà a disposizione le risorse necessarie. Se non ci fossero le risorse pubbliche, si potrà pensare a interventi privati, come il project financing”.

Articolo precedenteAllarme degli ambientalisti: “Monte Faudo in abbandono”
Articolo successivoAssegnato a Unogas il Cribis Prime Company per l’affidabilità economico-commerciale