video

Il 70° Festival di Sanremo entra finalmente nel vivo a meno di un mese dalla prima serata in programma il 4 febbraio.

Questa mattina presentazione ufficiale dell’edizione 2020 che segna un appuntamento importantissimo per la storia della kermesse canora. Un anniversario fortemente sentito dagli appassionati, dal direttore artistico Amadeus e da mamma Rai.

La conferenza stampa è iniziata con la telefonata di Fiorello che ha salutato tutti i presenti. Un saluto veloce, ma significativo. Sarà infatti tra gli ospiti d’eccellenza insieme a Tiziano Ferro (presente tutte le sere) e Roberto Benigni.

Il direttore di Rai Pubblicità ha confermato il grande coinvolgimento della città. Un Festival che per la prima volta esce realmente dal Teatro Ariston. “Il più entusiasta di questo progetto è proprio Amadeus,” commenta.

Le location coinvolte saranno il Teatro Ariston, Piazza Borea D’Olmo con RaiRadio2, piazza Colombo con il grande palco dove si esibiranno gli artisti e Casa Siae, il Palafiori con l’Altro Sanremo condotto da Savino e Casa Sanremo e il Forte Santa Tecla con le feste di Rai Pubblicità.

“Il mio primo pensiero – spiega Amadeus – è stato quello di fare un Festival che potesse stupire. Per me è un sogno di bambino che si realizza e per questo voglio farlo come piace a me. Sanremo 2020 deve essere il più grande show nel nostro Paese e l’intera città deve vivere e pulsare. Qui c’è la nostra storia e questo è quello che accadrà. Uscirò dal teatro e ci saranno tanti eventi, concerti e intrattenimento per tutti.”

Sul palco in piazza Colombo passeranno tanti degli ospiti e dei protagonisti del Festival 2020. Un lungo “red carpet” unirà il Teatro Ariston al Palafiori passando proprio per piazza Colombo.

“Si festeggiano i 70 anni del Festival di Sanremo, ma non volevo fare una semplice edizione guardando alle precedenti 69 edizioni. Daremo un occhio al passato, ma guarderemo al presente e al futuro,” aggiunge il direttore artistico.

Per questo Amadeus durante la conferenza stampa ha confermato la presenza di Salmo per la prima serata. “Ho chiesto a Ultimo invece di chiudere con la serata di sabato. Ancora da confermare, ma sono due grandi nomi che riempiono gli stadi e che rappresentano il presente e il futuro della musica italiana.”

Giovedì invece si svolgerà la serata durante la quale i 24 “big” proporranno alcune canzoni che hanno fatto la storia della kermesse canora. Ancora da ufficializzare i titoli delle cover che saranno cantante.

Diverse le voci e i polveroni delle scorse settimane. Oggi, finalmente, Amadeus ha fatto chiarezza su molti aspetti. Tra i primi nodi da sciogliere, ovviamente, i nomi delle vallette che affiancheranno il direttore artistico e presentatore sul palco dell’Ariston.

Fin da subito Amadeus aveva annunciato che ogni serata avrebbe visto due vallette differenti per un totale di 10, e così sarà. Ecco i nomi:

  • Antonella Clerici (Conduttrice televisiva)
  • Mara Venier (Conduttrice televisiva)
  • Diletta Leotta (Conduttrice televisiva)
  • Sabrina Salerno (Cantante, showgirl)
  • Rula Jebreal (Giornalista)
  • Emma D’Aquino (Giornalista Tg1)
  • Laura Chimenti (Giornalista Tg1)
  • Georgina Rodriguez (Modella e compagna di Cristiano Ronaldo)
  • Francesca Sofia Novello (Influencer e fidanzata di Valentino Rossi)
  • Alketa Vejsiu (Presentatrice albanese)

Presenti durante la conferenza stampa: Diletta Leotta, Antonella Clerici, Emma D’acquino, Laura Chimenti e Francesca Sofia Novello.

Amadeus commenta: “Anche nella scelta femminile ho voluto stupire. Mi sono chiesto perché solo due. Per questo ho deciso di invitarne tante. Persone con storie ed esperienze diverse che possono raccontare qualcosa a noi e al pubblico.”

Sulle note polemiche riguardo la giornalista palestinese Rula Jebreal Amadeus dichiara: “Non faccio politica. È una grande e bravissima giornalista. Sarà sul palco dell’Ariston per parlare di donne.”

….ARTICOLO IN AGGIORNAMENTO…

I 24 ‘BIG’ IN GARA:

  • Bugo e Morgan – “Sincero”
  • Alberto Urso – “Il sole ad est”
  • Tosca – “Ho amato tutto”
  • Rita Pavone – “Niente (Resilienza 74)”
  • Piero Pelù – “Gigante”
  • Elodie – “Andromeda”
  • Le Vibrazioni – “Dov’è”
  • Riki – “Lo sappiamo entrambi”
  • Rancore – “Eden”
  • Elettra Lamborghini – “Musica (e il resto scompare)”
  • Marco Masini – “Il confronto”
  • Levante – “Tiki Bom Bom”
  • Achille Lauro – “Me ne frego”
  • Paolo Jannacci – “Voglio parlarti adesso”
  • Michele Zarrillo – “Nell’estasi o nel fango”
  • Raphael Gualazzi – “Carioca”
  • Giordana Angi – “Come mia madre”
  • Diodato – “Fai rumore”
  • Anastasio – “Rosso di rabbia”
  • Enrico Nigiotti – “Baciami adesso” 
  • Irene Grandi – “Finalmente io” 
  • Pinguini Tattici Nucleari – “Ringo Starr” 
  • Francesco Gabbani – “Viceversa”
  • Junior Cally – “No grazie”

LE 8 ‘NUOVE PROPOSTE’:

  • Eugenio in Via Di Gioia – “Tsunami”
  • Fadi – “Due di noi”
  • Fasma – “Per sentirmi vivo”
  • Gabriella Martinelli e Lula – “Il gigante d’acciaio”
  • Leo Gassmann – “Fai bene così”
  • Marco Sentieri – “Billy Blu”
  • Matteo Faustini – “Nel bene e nel male”
  • Tecla Insolia – “8 marzo”

PRIMA FESTIVAL

Svelati anche i conduttori del Prima Festival. A tirare i fili della breve striscia che anticipa le serate in programma dal 4 all’8 febbraio sarà il duo comico Gigi e Ross in compagnia con la disk jockey Ema Stokholma. Il programma andrà in onda dopo l’edizione della sera del Tg1 intorno alle 20.35 a partire da lunedì 3 febbraio.

ALTRO FESTIVAL

Come ormai noto l’Altro Festival prenderà il posto del tradizionale Dopo Festival. Al timone del programma in onda su Rai Play (e non su Rai1 come da tradizione) ci sarà Nicola Savino insieme a Myss Keta. Savino era già stato alla guida del DopoFestival, voluto da Carlo Conti, nelle edizioni 2016 e 2017 su Rai1 con la Gialappa’s Band. Il programma andrà in onda dal 4 all’8 febbraio. Appena si spegneranno le luci dell’Ariston si accenderanno quelle del Palafiori per l’Altro Festival.