enrico lupi

Dopo l’evento “Shopping, Music, Food By Night” di Porto Maurizio l’Azienda Speciale Riviere di Liguria della Camera di Commercio Imperia La Spezia Savona sostiene con il proprio patrocinio la 27° edizione del Premio Vermentino di Diano Castello in programma il 28 e 29 agosto. Una manifestazione di grande prestigio con un ricco programma di iniziative e una vetrina di etichette provenienti oltre che da Liguria, Sardegna e Toscana anche da Umbria, Lazio, Puglia e Sicilia. Nel corso della rassegna è prevista la consegna della bandiera dei “Borghi più belli d’Italia” e il gemellaggio con il comune di Neive (Cuneo). I vini partecipanti in rappresentanza di una sessantina di produttori saranno giudicati da una speciale commissione (otto sommelier di Ais e Fisar) presieduta dal giornalista Paolo Massobrio.

I lavori si svolgeranno presso il teatro Concordia che ospiterà anche l’esposizione delle bottiglie e un focus dedicato al Vermentino e ai prodotti tipici del territorio con il coinvolgimento di operatori del settore e addetti ai lavori moderato da Massobrio. L’incontro sarà preceduto da un intervento del GAL Riviera dei Fiori della Camera di Commercio, che comprende 52 Comuni della provincia, sui molti progetti di sviluppo rurale che l’organismo sta portando avanti per valorizzare e sostenere la crescita economica dei borghi dell’entroterra attraverso lo sviluppo e l’innovazione delle filiere e dei sistemi produttivi locali, il turismo sostenibile che sia in grado di interagire con lo scenario delle vallate, l’accesso ai servizi pubblici essenziali, i trasporti, l’agricoltura sociale.

“Il Premio Vermentino sarĂ  un’ottima occasione di vetrina e di confronto in uno scenario unico come il borgo di Diano Castello, territorio di produzione di alcune tra le eccellenze dell’agricoltura ligure, e scrigno di arte, natura e cultura – sottolinea Enrico Lupi, presidente dell’Azienda Speciale Riviere di Liguria della Camera di Commercio – L’Azienda Speciale dopo le difficoltĂ  legate all’emergenza sanitaria torna a svolgere il proprio ruolo di sostegno economico a favore delle imprese, delle realtĂ  della costa e dell’entroterra, affiancandosi agli enti, ai Comuni, alle associazioni per supportare il settore turistico e agroalimentare, un binomio vincente e vero motore dell’economia ligure. I pregiati vini liguri, l’olio extravergine, le preziose olive taggiasche in salamoia – così come le peculiaritĂ  di un territorio che offre davvero tanto in termine di attivitĂ  outdoor e proposte per un turismo sempre piĂą sostenibile ed esperienziale – sono un patrimonio su cui costruire quel futuro che ci aspettiamo sia piĂą roseo e portatore di opportunità”.

Articolo precedenteVermentino e territorio protagonisti per due giorni a Diano Castello con il Premio Vermentino
Articolo successivoCalcio, amichevole tra l’Imperia e i francesi del Villefranche. Mister Lupo: “Un’amichevole molto impegnativa”