Si sono riuniti questa mattina davanti al Consiglio di Stato gli avvocati delle parti in causa nel ricorso contro la decadenza della concessione demaniale emessa alla Porto di Imperia Spa, la società che gestiva lo scalo turistico imperiese.

Presenti, quindi, i legali della Porto Spa, del Comune di Imperia, dei curatori fallimentari e delle banche che prestarono le somme necessarie alla costruzione dell’approdo.

Si attendeva da tempo il giudizio del Consiglio di Stato che, però, ha deciso di prende ancora alcuni giorni prima della sentenza che dovrebbe arrivare entro fine estate.

Si attende anche la sentenza della Cassazione sul fallimento della Porto di Imperia Spa, disposto dal Tribunale di Imperia, che è già stato annullato nei mesi scorsi in Appello.

Due appuntamenti importanti per far chiarezza e per capire il futuro del porto e della città.