[beevideoplayersingle videourl=”https://vimeo.com/228563582″]La Corte di Appello di Genova ha stabilito che il porto turistico di Imperia non potrà essere venduto dai curatori fallimentari della Porto di Imperia Spa fintanto che la Cassazione non si esprimerà sulla validità del fallimento dichiarato ai danni della società.

I giudici hanno preso la decisione a seguito del doppio ricorso avanzato dalla società stessa e dalla Imperia Sviluppo Srl per bloccare la vendita dei beni societari.

In pratica, con questa sentenza, si è ribadito che non si possono vendere beni di una società che non sia definitivamente e realmente fallita. Ma fino a che non arriverà il giudizio della Cassazione, la situazione della Porto di Imperia non può definirsi tale.

Ricordiamo che il fallimento era stato dichiarato dal Tribunale di Imperia, ma era poi stato annullato dalla Corte di Appello di Genova e ora si aspetta la sentenza definitiva della Corte di Cassazione che dovrebbe arrivare dopo l’estate.

Nello stesso periodo dovrebbe pronunciarsi anche il Consiglio di Stato sulla decadenza della concessione marittima imposta dal Comune di Imperia nei confronti della Porto di Imperia.

Articolo precedenteÈ estate, fate l’amore!
Articolo successivoRiviera Time Salute: La protesi al ginocchio