[beevideoplayersingle adstype=”video-ads” videourl=”https://vimeo.com/208959947″ videoadsurl=”https://vimeo.com/224092271″ adsurl=”https://www.sialpieve.com/”]Si è svolto ieri sera il secondo “round” della discussione in Consiglio Comunale riguardo il servizio di raccolta rifiuti di Sanremo gestito in house dalla partecipata Amaie Energia.

La querelle tra maggioranza e minoranza era iniziata il 3 marzo, ma era stato necessario rimandare la conclusione della discussione, proposta dal consigliere Antonio Fera, perché troppi erano i consiglieri che volevano esprimersi sull’aumento della TARI e sui disservizi che alcune zone della città stanno soffrendo.

Sia dalla maggioranza, sia dalla minoranza è sorta la necessità di dotare Amaie di una struttura interna formata da tecnici e che affianchi il CdA per risolvere i problemi e arrivare al 65% di raccolta differenziata.

Riviera Time ha riassunto il Consiglio Comunale di ieri raccogliendo le testimonianze e gli interventi dei consiglieri.

Articolo precedenteSimone Caridi, il Tim Burton del Ponente ligure
Articolo successivoFederico Squaranti, una passione a tutto gas