Vertice di maggioranza (allargato) per il sindaco Carlo Capacci. Sul tavolo i fondi statali per il riutilizzo dell’aree dismesse della linea ferroviaria (leggi, pista ciclabile). Intorno al tavolo, la maggioranza del primo cittadino e i ‘dissidenti’ Re, Ricco e Savioli. È andato in scena ieri e si è discusso sulle diverse possibilità di tracciato della pista, specie nella parte che riguarda Oneglia.

Una riunione che non è piaciuta al consigliere di minoranza Giuseppe Fossati, che la definisce “politicamente inaccettabile, prima che assurda”. Fossati contesta in particolare la scelta di escludere l’opposizione dal confronto a pochi mesi dalla scadenza del mandato dell’attuale amministrazione.

Le scelte strategiche per il futuro della città devono essere valutate, condivise, approfondite e studiate con il contributo di tutti”, afferma. “Il voler fare le scelte nelle segrete stanze, oltre che limitare la visione e la potenzialità delle idee che possono arrivare da altri, risulta solo l’ennesimo atto di arroganza di una Amministrazione agonizzante”.