La pittrice ponentina Pina Morlino apre i propri battenti a Riviera Time per mostrare il proprio angolo di paradiso, dove nascono le sue più grandi opere d’arte.

“Ho iniziato diversi anni fa, ho frequentato ragioneria, poi ho iniziato l’accademia”, narra l’artista. Discepola del celebre pittore Giuseppe Balbo fino alla sua morte, avvenuta nel 1980, Pina si è data successivamente a uno stile decisamente alternativo.

Rocce, pietre, cortecce: sono i dettagli che attirano l’attenzione della Morlino, la quale si concentra sui particolari dei muri, prima di trasformarli in arte, interpretandoli sulla propria tela.

“Rimango concentrata sullo stesso dettaglio finché non passa l’innamoramento”, racconta Pina, “E continuo ancora a dipingere, senza interruzione: d’altra parte, non avendo frequentato il liceo artistico, devo pur recuperare il tempo che ho perso!”