carabinieri

Il 12 luglio, i carabinieri della Compagnia di Bordighera hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP di Imperia nei confronti di un pluripregiudicato 37enne e della consorte 36enne, entrambi residenti a Perinaldo, ritenuti responsabili del reato di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso.

I provvedimenti restrittivi scaturiscono dai risultati di una meticolosa attività d’indagine avviata nell’ottobre del 2019 dai militari del Nucleo Operativo di Bordighera e della Stazione di Perinaldo, che ha permesso di dimostrare come i due coniugi gestissero una fiorente attività di spaccio di cocaina e hashish oltre che nel comune di Perinaldo anche in quelli di Camporosso, San Biagio della Cima, Soldano e Vallecrosia.

Nel corso delle indagini è stata documentata la cessione di oltre 200 dosi di sostanze narcotiche, che gli assuntori acquistavano preso l’abitazione degli arrestati, ma che talvolta venivano anche recapitate a domicilio. L’uomo è stato associato alla Casa Circondariale di Sanremo, mentre la donna a quella di Genova Pontedecimo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

L’importante risultato operativo è giunto soprattutto grazie al lavoro svolto dalla Stazione Carabinieri di Perinaldo. Le Stazione Carabinieri rappresentano il primo anello dell’organizzazione territoriale dell’Arma e costituiscono una risorsa operativa imprescindibile nel quadro delle attività volte a garantire la sicurezza dei cittadini. Il ruolo delle Stazioni e dei suoi comandanti si sostanzia in un rapporto di conoscenza diretta del cittadino e come in questo caso è stata indispensabile la conoscenza che i carabinieri locali avevano degli indagati e delle loro abitudini, così come è stato altrettanto importante monitorare in maniera discreta i soggetti che si recavano ad acquistare stupefacenti nella piccola località collinare di Perinaldo.

Il compito primario delle Stazioni è quello di proteggere, ascoltare, suggerire, informare, offrire una presenza vigile e rassicurante attraverso il contatto quotidiano con la gente, con l’obiettivo di “penetrare” il territorio ed ottenere un ritorno positivo in termini di collaborazione da parte della collettività, di cui devono costituire un punto di riferimento.

Articolo precedenteStudenti imperiesi bloccati a Malta, Veronica Russo (FdI): “Dopodomani torneranno a casa. Consiglio vacanze in Italia, specialmente in Liguria”
Articolo successivoEdilizia, Imperia: aumenta la massa salari negli ultimi sei mesi. Tafaria (Filca Cisl): “Bene effetto superbonus, ma si può crescere. Con Traforo Armo-Cantarana almeno 2500 posti lavoro”