pd imperia

Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa del Pd Sanremo.

In occasione della presenza all’ultima serata del Festival per la premiazione del vincitore, il governatore Toti aveva incontrato le categorie dei ristoratori e dei commercianti notevolmente messi in crisi sia dai ripetuti lockdown sia dalla impossibilità di programmare il proprio lavoro perché costretti a chiudere in modo improvviso più volte, anche nella settimana festivaliera con un solo giorno di preavviso.

Durante quell’incontro alla presenza anche del sindaco di Sanremo aveva assicurato il  massimo supporto al comune per specifiche misure di sostegno per le categorie più danneggiata. Ora da una risposta dell’assessore Benveduti a una interpellanza del consigliere regionale Ioculano apprendiamo che i ristori sono compito del comune.

Insomma, ancora una volta assistiamo ad un’ennesima presa in giro da parte di Toti nei confronti della nostra città. Prima la promessa non mantenuta di acquistare il deposito Rt, fatta a pochi giorni dal voto regionale, ora si rimangia l’impegno sui ristori a chi non sa più come tenere in piedi la propria attività e mantenere la propria famiglia.

Il comune di Sanremo, nonostante le difficoltà di bilancio del momento, sta cercando le risorse per riconoscere i ristori, ma tutto diventa più complicato perché la Regione non farà la sua parte, nascondendosi ora dietro “vincoli normativi”.

Evidentemente Toti pensa ancora di essere in campagna elettorale e non si rende conto che invece siamo in piena crisi economica e sociale a causa della pandemia e i tutti i lavoratori meritano competenza e serietà e impegni concreti”.

Articolo precedenteIl mercato torna al completo, via libera per i banchi non alimentari. Campanini (Fiva): “Attrattivi se tutti i settori possono lavorare”
Articolo successivoInizia il Ramadan anche per oltre duemila musulmani a Sanremo. “Digiuno e sacrifici ma anche donazioni e tanta solidarietà” dice l’imam della Moschea